Islam / World News

10 uomini incarcerati in Mauritania per un video sulla “festa gay”

10 uomini incarcerati in Mauritania per un video sulla “festa gay”

I 10 sono stati coinvolti in una cerimonia l’11 gennaio, il cui filmato è apparso sui social media, sulla stampa locale e in quella dei paesi vicini.

I procuratori della Mauritania, dove l’omosessualità è fuorilegge, hanno arrestato e accusato 10 giovani uomini dopo la comparsa di un video presentato come “matrimonio gay“.

La procura ha inviato i giovani “delinquenti omosessuali” in prigione per attendere il giudizio per atti contrari alla moralità, atti proibiti da Allah e pubblicazione di un video di una cerimonia di dissolutezza“. Fonte: AFP.

I procuratori della capitale Nouakchott hanno arrestato gli uomini lunedì in ritardo, secondo quanto riferito dalla fonte.

I rapporti inizialmente hanno descritto l’evento come il primo “matrimonio gay” in Mauritania, una repubblica islamica che vieta le pratiche omosessuali. Gli uomini sono stati arrestati una settimana dopo la cerimonia.

Il commissario di polizia Mohamed Ould Nejib, parlando in televisione, ha affermato che gli investigatori hanno stabilito che la festa era “la celebrazione del compleanno di un omosessuale” a cui erano stati invitati altri gay.

I 10 sono stati arrestati “per aiutare le indagini“, ha detto, aggiungendo che tutti erano cittadini mauritani impiegati come “domestici” a Nouakchott.

L’articolo 308 del codice penale della Mauritania, che si basa sulla legge islamica della Sharia, vieta il comportamento omosessuale tra adulti musulmani, descrivendolo come “atti contro natura“.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento