Migranti / Politica / World News

139 “migranti illegali minori” arrivano in Germania, ma il governo si rifiuta di fornire la loro età e sesso

139 “migranti illegali minori” arrivano in Germania, ma il governo si rifiuta di fornire la loro età e sesso

La settimana scorsa, 139 migranti illegali sono arrivati dalla Grecia in Germania, ma il Ministero federale dell’Interno si rifiuta di rilasciare dati sulla loro età, nazionalità e genere nonostante le richieste dei media di stampa.

Il ministero dell’Interno ha inviato un comunicato stampa con il titolo: “Un altro volo con “bambini malati e minori non accompagnati” proveniente dalla Grecia è atterrato ad Hannover”. Oltre ai 51 “minori non accompagnati”, c’erano 17 “bambini malati e le loro famiglie”.

È meno chiara l’età, il sesso e la nazionalità di quei 51 “minori migranti non accompagnati”.

I richiedenti asilo “minorenni e non accompagnati” costano circa 5.000 euro al mese solo per l’alloggio e lo Stato tedesco prevede di spenderne 64,5 miliardi nei prossimi quattro anni.

I contribuenti tedeschi sono curiosi di sapere dove stanno andando a finire i loro soldi, spingendo l’agenzia di stampa tedesca Junge Freiheit a richiedere al Ministero federale dell’Interno di rilasciare informazioni su genere, età e nazionalità.

Con un modulo di risposta breve il ministero ha dichiarato che “per motivi di legge sulla protezione dei dati, non possiamo fornire alcun dettaglio sulle persone che sono arrivate ad Hannover oggi”.

Quando i minori migranti sono in realtà adulti

La questione di quale sia il genere dei migranti è nell’interesse pubblico daL più tardi di aprile. A quel tempo, il governo federale ha annunciato che avrenne portyato in Germania gli immigrati gravemente malati o non accompagnati sotto l’età di 14, e che questi sarebbero stati principalmente ragazze.

Tuttavia, alla fine, solo quattro dei 47 migranti portati in Germania erano ragazze. Anche nel partito CDU della cancelliera Angela Merkel si è sentito un certo risentimento per quella questione.

Il segretario sociale della Bassa Sassonia Heiger Scholz ha detto che il gruppo di minori ospitato dal suo stato è composto da due ragazze e nove ragazzi provenienti da Afghanistan e Pakistan, secondo l’agenzia di stampa DPA. Le foto mostrano che la proporzione di ragazze complessivamente è molto più bassa.

“Il primo contingente di un totale di 150 migranti provenienti da Moria che la Germania vuole accogliere sono arrivati all’aeroporto di Hannover, con 51 giovani rifugiati non accompagnati distribuiti in diversi stati federali”, ha scritto l’emittente pubblica .DF su Twitter.

Un rapporto della BBC ha scoperto che uno sbalorditivo 84 per cento dei “minori” migranti in Svezia sono in realtà adulti, mentre altri studi hanno mostrato che il 73 per cento sono in realtà adulti in Belgio, e almeno il 40 per cento sono in realtà adulti in Germania.

Questo mese, un migrante illegale dal Pakistan che ha commesso un attacco terroristico islamico contro la rivista satirica Charlie Hebdo è stato scoperto di aver mentito sulla sua età al fine di ricevere benefici dallo stato francese, compresa la protezione dalla deportazione. Dopo il suo arresto, ha confessato di avere 25 anni invece dei 18 che aveva detto la prima volta alle autorità quando è entrato illegalmente in Francia nel 2018.

Ci sono anche preoccupazioni in Germania che il paese non solo accetti “minori non accompagnati”, come quelli che sono stati portati in Germania dalla Grecia la scorsa settimana, ma che così possa scatenare una “migrazione a catena familiare” e quindi sarebbe costretta ad accettare più migranti.

Il nuovo Patto UE per l’asilo e le migrazioni proposto dalla Commissione europea si riferisce a un concetto ampliato di “migrazione a catena familiare”, che è solo una delle clausole controverse del nuovo patto.
I dibattiti sul patto dovrebbero essere difficili, poiché diversi paesi,come l’Ungheria, la Polonia e l’Austria, hanno già annunciato che è improbabile che lo adottino.

Se il patto viene adottato, non solo i genitori e i bambini minorenni saranno riuniti in Germania, come è stato il caso di prima, ma sarà possibile anche per tutte quelle persone che hanno un fratello adulto in Germania.

Come ha recentemente avvertito l’esperto di migrazione della CDU Thorsten Frei, la Germania sarebbe particolarmente colpita con oltre 800.000 titoli protetti concessi per i nuovi arrivi.

È improbabile che questo numero di migranti che arrivano in Germania diminuisca, poiché la Germania ha già promesso di prendere diverse migliaia di migranti dai campi profughi greci.

Immagine del titolo: Un gruppo di “bambini migranti con problemi di salute” si imbarca su un aereo per la Germania, all’aeroporto internazionale di Atene, venerdì 24 luglio 2020.
Il Mistro degli esteri tedesco Heiko Maas, in visita ad Atene questa settimana, ha dichiarato che il suo paese avrebbe ottemperato al suo impegno di assistere la Grecia nella ricollocazione di “minori non accompagnati” e di altri “bambini” nei campi profughi Greci. (AP Foto/Petros Giannakouris)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento