Italia / World News

16 milioni di persone in quarantena nel nord Italia

16 milioni di persone in quarantena nel nord Italia

Samhällsnytt.se :

L’Italia sta prendendo seri provvediemnti contro il COVID-19..

La regione Lombardia nel nord Italia con 10 milioni di abitanti, è isolata fino all’inizio di aprile e nessuno è autorizzato a lasciare o entrare nell’area. Questo dopo che il virus ha infettato quasi 6.000 persone, di cui 233 sono morte.

Poco dopo mezzanotte, il Primo Ministro italiano Giuseppe Conte ha firmato un decreto che colpisce 16 milioni di persone nel nord del Paese, compresa la regione Lombardia e almeno 14 province nelle regioni limitrofe. Le misure straordinarie saranno in vigore fino al 3 aprile.

Per la Lombardia e per le altre province settentrionali che ho elencato, ci sarà un divieto per tutti di spostarsi dentro e fuori da questi territori e anche all’interno dello stesso territorio“, ha dichiarato Conte. “Saranno consentite eccezioni solo per esigenze professionali comprovate, casi eccezionali e problemi di salute.

Il virus COVID-19 ha finora infettato quasi 106.000 persone in tutto il mondo. Oltre la Cina, tra gli altri, l’Iran, l’Italia e la Corea del Sud sono stati gravemente colpiti dall’infezione.

In Iran, non è chiaro quanto sia stato duramente colpito il paese in quanto vi è una grande imprecisione nella segnalazione del numero di infetti e morti.
La cifra ufficiale è contestata dall’opposizione e dai giornalisti del paese che credono che gli infetti siano significativamente più elevati di quelli dichiarati ufficialmente.

A partire da sabato, in Asia sono stati segnalati quasi 90.000 casi; più di 8.000 in Europa; 6.000 nel Medio Oriente; circa 450 in Nord America, America Latina e Caraibi e meno di 50 casi segnalati finora in Africa.

In Corea del Sud, si dice che siano state contagiate 7.041 persone e di queste 48 siano morte.

Secondo la raccolta di Worldometer, l’infezione sta crescendo rapidamente nel continente europeo. Italia, Francia, Germania e Spagna hanno avuto notevoli aumenti degli infetti.

Finora, 161 casi sono stati confermati in Svezia. Non è chiaro quanti di questi siano in condizioni critiche o potenzialmente critici.

Sabato 21 nuovi casi sono stati confermati a Stoccolma. Ciò significa che Stoccolma ha un totale di 101 dei 161 casi registrati nel paese. A Skåne sabato sono stati confermati tre nuovi casi (17 in totale). Cinque casi sono stati rilevati a Uppsala.

All’inizio di questa settimana, l’Autorità della sanità pubblica Svedese ha pubblicato alcune informazioni in cui si afferma che, dal punto di vista della prevenzione delle infezioni, non vi è motivo per gli studenti sani di rimanere a casa e di non andare a scuola dopo un viaggio in un’area colpita da virus. Inoltre, l’autorità si è opposta, al fatto che i comuni dovrebbero chiudere le scuole per bloccare la potenziale diffusione.

Dal punto di vista della prevenzione delle infezioni, attualmente non c’è motivo per gli studenti in buona salute che tornano da un viaggio di rimanere a casa. Lo stesso vale per il personale e indipendentemente dalle aree percorse “.

In particolare, l’Autorità ritiene che non vi siano prove del fatto che i bambini contraggano l’infezione. Karin Tegmark Wisell è il capo del dipartimento di microbiologia presso l’Autorità di sanità pubblica e ha affermato che la paura deve essere controllata.

Devono essere i fatti e non le paure a controllare l’epidemia e cerchiamo di raggiungere i fatti comprovati e le conoscenze esistenti“, ha detto Wisell a TT.

Intanto, Giovedì, Caitlin Rivers, uno specialista in malattie infettive presso il Johns Hopkins Center negli Stati Uniti, ha twittato che sono emerse informazioni che mostrano che i bambini hanno lo stesso rischio degli adulti di essere infettati. Ritiene che sia un dettaglio importante che dovrebbe costituire la base per chiudere le scuole al fine di limitare la diffusione. Di seguito è riportato un estratto dall’analisi:

Mostriamo inoltre che i bambini hanno un rischio identico di contrarre l’infezione rispetto alla popolazione generale, sebbene meno probabilità di avere sintomi gravi; quindi dovrebbe essere considerato nelle analisi di trasmissione e controllo. ”

Un’importante nuova prestampa rileva che i bambini hanno la stessa probabilità degli adulti di essere infettati. Questo è un dato chiave che può supportare la chiusura delle scuole come un intervento efficace.

https://t.co/w5E0N0InTU

– Caitlin Rivers, PhD (@cmyeaton) 5 marzo 2020

Traduzione della prestampa pubblicata da medrxiv.org :

Epidemiologia e trasmissione di COVID-19 a Shenzhen in Cina: analisi di 391 casi e 1.286 dei loro contatti stretti
Qifang Bi, Yongsheng Wu, Shujiang Mei, Chenfei Ye, Xuan Zou, Zhen Zhang, Xiaojian Liu, Lan Wei, Shaun A Truelove, Visualizza profilo ORCIDTong Zhang, Wei Gao, Cong Cheng, Xiujuan Tang, Xiaoliang Wu, Yu Wu, Binbin Sun , Suli Huang, Yu Sun, Juncen Zhang, Ting Ma, Visualizza profilo ORCIDJustin Lessler, Teijian Feng
doi: https://doi.org/10.1101/2020.03.03.20028423

Questo articolo è una prestampa e non è stato sottoposto a revisione paritaria [cosa significa?]. Riporta nuove ricerche mediche che devono ancora essere valutate e quindi non dovrebbero essere utilizzate per guidare la pratica clinica.

Abstract

La rapida diffusione di SARS-CoV-2 a Wuhan ha spinto ad intensificare la sorveglianza a Shenzhen e altrove in Cina. I dati risultanti offrono una rara opportunità per misurare le metriche chiave del decorso della malattia, della trasmissione e dell’impatto del controllo.

Metodi

Il CDC di Shenzhen ha identificato 391 casi SARS-CoV-2 dal 14 gennaio al 12 febbraio 2020 e 1286 contatti stretti. Confrontiamo i casi identificati attraverso la sorveglianza sintomatica e la traccia dei contatti e stimiamo il tempo dall’esordio dei sintomi alla conferma, all’isolamento e al ricovero in ospedale.
Stimiamo le metriche della trasmissione della malattia e analizziamo i fattori che influenzano il rischio di trasmissione.

Risultati

Casi sui più vecchi della popolazione generale (età media 45 anni) ed equilibrati tra maschi (187) e femmine (204). Il novantuno percento presentava una gravità clinica lieve o moderata alla valutazione iniziale.

Tre sono morti, 225 sono guariti (il tempo mediano alla guarigione è di 32 giorni). I casi sono stati isolati in media 4,6 giorni dopo lo sviluppo dei sintomi; la traccia dei contatti è ridotts di 1,9 giorni.

Contatti domestici e persone che viaggiano con un caso in cui il rischio di infezione (OR 6 e 7) è più elevato rispetto ad altri contatti stretti. Il tasso di attacco secondario della famiglia era del 15% e i bambini avevano le stesse probabilità di essere infettati rispetto agli adulti.
Il numero riproduttivo osservato era 0,4, con un intervallo seriale medio di 6,3 giorni.

Interpretazione

I nostri dati sui casi e i loro contatti stretti infetti e non infetti forniscono informazioni chiave sull’epidemiologia SARS-CoV-2.
Questo lavoro mostra che una maggiore sorveglianza e isolamento, in particolare la traccia dei contatti, riduce il tempo in cui i casi sono contagiosi nella comunità, riducendo in tal modo R.

Il suo impatto complessivo, tuttavia, è incerto e fortemente dipendente dal numero di casi asintomatici.

Mostriamo inoltre che i bambini hanno un rischio simile di infezione rispetto alla popolazione generale, sebbene meno probabilità di avere sintomi gravi; quindi dovrebbe essere considerato nelle analisi di trasmissione e controllo.

Dichiarazione di interessi in competizione

Gli autori non hanno dichiarato alcun interesse in competizione.

Dichiarazione di finanziamento

TM, CY, TZ, BS e YS sono stati finanziati dal Programma di risposta alle emergenze del Harbin Institute of Technology (HITERP010) e dal Programma di risposta alle emergenze del Peng Cheng Laboratory (PCLERP001).
JL, ST e QB sono stati finanziati da una sovvenzione dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (NU2GGH002000).

Dichiarazioni dell’autore

Sono state seguite tutte le linee guida etiche pertinenti; sono state ottenute le necessarie autorizzazioni IRB e / o del comitato etico e i dettagli dell’IRB / organo di controllo sono inclusi nel manoscritto.

È stato ottenuto tutto il consenso necessario del paziente / partecipante e sono state archiviate le forme istituzionali appropriate.

Comprendo che tutti gli studi clinici e tutti gli altri studi interventistici prospettici devono essere registrati con un registro approvato dall’ICMJE, come ClinicalTrials.gov. Confermo che tali studi riportati nel manoscritto sono stati registrati e viene fornito l’ID di registrazione dello studio (nota: se la pubblicazione di uno studio prospettico è stata registrata in modo retrospettivo, si prega di fornire una dichiarazione nel campo ID dello studio che spieghi perché lo studio non è stato registrato in anticipo) .

Ho seguito tutte le linee guida appropriate per i rapporti sulla ricerca e ho caricato le liste di controllo pertinenti per i rapporti sulla ricerca della rete EQUATOR e altri materiali pertinenti come file supplementari, se applicabile.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento