Islam / Italia / Migranti / Politica

AFRICANO MASSACRA PASSANTE A SEDIATE IN TESTA: LO FA D’ABITUDINE, MAI ESPULSO

AFRICANO MASSACRA PASSANTE A SEDIATE IN TESTA: LO FA D’ABITUDINE, MAI ESPULSO

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Massa Carrara hanno arrestato un cittadino nigeriano, in Italia senza fissa dimora e gravato da numerosissimi precedenti di polizia, con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, minacce e lesioni personali.

La mattina del 09 ottobre, in via Democrazia, nei pressi del centro di Massa, un 29 enne nigeriano, conosciuto nella zona perché denunciato diverse volte nel corso dei servizi preventivi e repressivi disposti nelle aree più sensibili della città, ha aggredito un’altra persona, anch’essa senza fissa dimora, che stazionava vicino alla Conad, colpendolo ripetutamente con una sedia presa dalla vicina gelateria. Presenti sul posto, sono tempestivamente intervenuti due finanzieri della locale Guardia di Finanza, i quali, dopo essersi qualificati, sono stati costretti ad intervenire fisicamente per sottrarre il malcapitato all’aggressore. In tale contesto il cittadino nigeriano, si è scagliato anche contro i componenti della pattuglia colpendoli con una seggiola, calci e pugni e, in ultimo, tentando di morderli.

Nonostante la violenza, i due militari sono riusciti ad immobilizzare l’aggressore, che, dai successivi accertamenti è risultato essere più volte denunciato per violenza, nonché colpito da provvedimenti di divieto di dimora in numerosi comuni toscani e liguri.

I finanzieri, dopo aver messo in sicurezza la zona e tratto in arresto l’autore delle violenze, si sono recati presso il N.O.A. dal quale sono stati dimessi con prognosi rispettivamente di 7 giorni e 15 giorni.

Per la ricostruzione delle dinamiche dell’evento sono stati ascoltati molti testimoni, i quali hanno riferito che il 29 enne è noto in quella zona per i numerosi atti di violenza perpetrati, tanto che più volte è stato allontanato e denunciato dalle locali forze dell’ordine.

Il cittadino nigeriano è stato tratto in arresto e denunciato per resistenza e violenza contro un pubblico ufficiale, danneggiamento, minacce e lesioni personali. L’A.G. ha disposto il giudizio per direttissima tenutosi in data 11 ottobre u.s., al termine del quale è stato disposto l’immediato divieto di dimora in tutta la provincia di Massa Carrara e il rinvio al 16 ottobre per la determinazione sull’applicazione della pena.

La Guardia di Finanza costantemente impegnata nelle molteplici attività connesse al concorso e al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, assicurate in via prioritaria attraverso l’impiego delle pattuglie “117”, vede anche tutti i suoi militari impegnati a tutela del cittadino.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento