Islam / World News

Almeno 25 morti nel Congo orientale; alcuni decapitati

Almeno 25 morti nel Congo orientale; alcuni decapitati

KINSHASA, Congo – Almeno 25 persone sono state uccise a Capodanno dai ribelli nel territorio orientale del Congo.

Gli agricoltori erano andati nei campi del villaggio di Tingwe quando sonio stati attaccati dai ribelli delle Forze Democratiche Alleate, secondo il rappresentante del governatore nella regione, Sabiti Njiamoja.

Alcuni dei corpi sono stati trovati dalle squadre di soccorso tra i cespugli venerdì.

“Siamo in lutto”, ha detto Njiamoja.

Il rappresentante locale della società civile Bravo Muhindo ha confermato più di 25 morti e ha detto che molti sono stati decapitati.

Altre persone sono state rapite.

I residenti di Beni e dei villaggi circostanti hanno chiesto una maggiore sicurezza mentre i ribelli dell’ADF attaccano la regione.

L’ADF ha avuto origine nel vicino Uganda ed è stata a lungo una minaccia nel Congo orientale. Il gruppo dello Stato Islamico ha rivendicato alcuni attacchi compiuti dai ribelli dell’ADF, ma l’esatta relazione tra i gruppi non è chiara.

L’anno scorso è stata lanciata una campagna militare congolese contro i ribelli e da allora i combattenti si sono dispersi e sono fuggiti in varie parti del Congo orientale, dove decine di gruppi armati combattono per il controllo della terra ricca di minerali.

I ribelli hanno risposto all’offensiva militare con un aumento degli attacchi, uccidendo più di 800 persone l’anno scorso.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento