World News

Analisi Frontex rileva che il 97% dei migranti illegali sono uomini

Analisi Frontex rileva che il 97% dei migranti illegali sono uomini

Nel suo rapporto sull’analisi del rischio del 2020, Frontex, l’Agenzia europea per la guardia di frontiera e costiera incaricata di controllare lo spazio Schengen dell’UE, ha scoperto che il 97 per cento dei migranti che sono stati catturati nel tentativo di entrare illegalmente nella zona nel 2019 erano uomini.

Il rapporto rileva che, sebbene l’immigrazione clandestina complessiva sia leggermente diminuita l’anno scorso, si è assistito a un aumento della migrazione illegale lungo la rotta dei Balcani occidentali e in tutta la Grecia.

Nel 2019 ci sono stati 83.333 valichi di frontiera illegali lungo la rotta del Mediterraneo orientale vicino alla Grecia, quasi 30.000 in più rispetto all’anno precedente.
I valichi di frontiera illegali lungo la rotta dei Balcani occidentali sono aumentati quasi tre volte, passando da 6.000 del 2018 a poco più di 15.000 dell’anno scorso.
Per contro, nel 2019 sia le rotte occidentali che quelle del Mediterraneo centrale hanno registrato una sostanziale diminuzione del numero di valichi di frontiera illegali rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda la deportazione di migranti illegali, gli Stati membri dell’Unione europea hanno riferito di aver emesso “poco meno di 300.000 decisioni di rimpatrio” a “cittadini di paesi terzi nel 2019”, circa il 5% in più rispetto all’anno precedente.
L’Afghanistan, il Pakistan e il Bangladesh sono stati i paesi più difficili in cui rimandare i migranti.

Guardando al futuro, Frontex si aspetta che nel 2020 i migranti provenienti dal Medio Oriente possano iniziare a organizzare “carovane” che potrebbero tentare di sfidare le forze di confine. Infine, anche se Frontex non ha menzionato il ruolo che giocherà nel 2020, il coronavirus rischia di cambiare il modo in cui l’agenzia gestisce i flussi migratori verso l’Europa.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento