Islam

Antica sinagoga in Libia trasformata in centro islamico, denuncia il gruppo ebraico

Antica sinagoga in Libia trasformata in centro islamico, denuncia il gruppo ebraico

Una sinagoga abbandonata e antica in Libia viene trasformata in un centro religioso islamico senza permesso, ha detto l’organizzazione mondiale degli ebrei della Libia.

David Gerbi, ebreo italiano di origine libica e membro dell’organizzazione, che promuove gli interessi delle persone appartenenti alla diaspora ebraica libica, ha scritto della Sla Dar Bishi a Tripoli la scorsa settimana in un rapporto pubblicato da Moked, una pubblicazione ebraica in Italia.

“Dal momento che ora non c’è ebreo che vive a Tripoli e poiché il potere è nelle mani delle autorità locali (leggi: Milizie) si è deciso di violare la nostra proprietà e la nostra storia”, ha scritto. “Il piano è chiaramente quello di approfittare del caos e della nostra assenza.”

Gerbi ha detto che l’Organizzazione mondiale degli ebrei in Libia “chiede che questa trasformazione sia fermata immediatamente e che lasci intatta la sinagoga di Tripoli con la speranza che un giorno venga ripristinata”.

I contatti sul campo hanno fornito a Gerbi immagini e video negli ultimi tre mesi che lo hanno convinto che la sinagoga è stata presa in consegna illegalmente, ha detto

Il governo centrale in Libia, ex colonia italiana nel nord Africa, è crollato dal rovesciamento e dall’esecuzione nel 2011 del dittatore Muammar Gheddafi, che governava il Paese con il pugno di ferro dal 1969. La rivoluzione ha scatenato combattimenti intermittenti tra clan e milizie con rivendicazioni concorrenti alla leadership.

Una volta la Libia aveva circa 40.000 ebrei, che se ne andarono dopo la fondazione dello Stato di Israele.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento