Islam

Arrestati gli islamisti che hanno rapito e tenuto in ostaggio un ragazzo di 13 anni per 42 giorni

Arrestati gli islamisti che hanno rapito e tenuto in ostaggio un ragazzo di 13 anni per 42 giorni

La polizia belga ha arrestato diversi estremisti islamici che sono coinvolti nel rapimento di un ragazzo di 13 anni che è stato tenuto in ostaggio per 42 giorni.

Il ragazzo, che è stato rapito da quattro uomini pesantemente armati e mascherati dopo aver fatto irruzione nella casa della sua famiglia a Genk il 20 aprile, è stato finalmente in grado di abbracciare i suoi genitori la domenica dopo che la polizia belga ha fatto irruzione in alcuni appartamenti di Limburgo e Anversa. Fonte: het Nieuwsblad

Dopo il rapimento, gli islamisti hanno chiesto 5 milioni di euro di riscatto alla famiglia del ragazzo, che avrebbe dovuto essere pagato in contanti e oro. Durante i 42 giorni, la polizia dice che i rapitori si sono tenuti costantemente in contatto con la famiglia del ragazzo, e hanno dimostrato che il ragazzo era vivo per due volte.

Le autorità dicono che “hanno gestito l’ostaggio con cura” in modo da non “mettere in pericolo il ragazzo”. Durante una conferenza stampa di lunedì, il giudice investigativo Guido Vermeiren ha dichiarato: “Eravamo molto preoccupati per la sua vita”.

Secondo la procura di Limburgo, i sette uomini, la maggior parte dei quali sono estremisti musulmani, sono stati arrestati durante i principali sweep della polizia tra sabato sera e domenica mattina.

Uno degli uomini arrestato è Khalid Bouloudo, uno degli estremisti islamici più infami del Belgio. Bouloudo è diventato noto per la prima volta alle autorità nel 2004 dopo che la sua cellula islamista in Belgio è stata trovata in contatto con gli organizzatori degli attacchi terroristici di Madrid che hanno ucciso 191 persone. Nel 2015, Bouloudo è stato arrestato con l’accusa di aver mandato alcuni giovani nella zona siriana-irachena a combattere per lo Stato islamico.

Secondo il giudice investigativo Guido Vermeiren, il ragazzo si sta riprendendo “sorprendentemente bene”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento