Islam

Arriva la Sharia in Spagna: il procuratore raccomanda 3 anni e mezzo di prigione per l’uomo che ha criticato l’Islam su Facebook

Arriva la Sharia in Spagna: il procuratore raccomanda 3 anni e mezzo di prigione per l’uomo che ha criticato l’Islam su Facebook

“L’accusato, identificandosi per nome, ha pubblicato sul suo account di Facebook post” in cui ha promosso l’animosità, il rifiuto, l’esclusione, l’aggressività e il confronto contro i musulmani, nonché contro le persone di origine straniera, etnia nera e zingara “.

Questa storia evita meticolosamente di fornire esempi, quindi non possiamo valutare ciò che è stato effettivamente detto. Poiché fin troppo spesso l’analisi onesta dell’ideologia motivante alla base del terrore della jihad è falsamente caratterizzata dal fatto di promuovere “animosità, rifiuto, esclusione, aggressività e confronto contro il popolo musulmano“, questa potrebbe essere essenzialmente un’imposizione della Sharia in Spagna.

Una volta che un gruppo è al di là delle critiche, quel gruppo è una classe protetta nella società, con una mano libera per fare ciò che desidera, per quanto ingiusto. Questo tipo di sentenza sta portando i musulmani a diventare quella classe protetta in Spagna.

L’uomo rischia 3,5 anni di carcere per aver pubblicato post contro l’Islam su Facebook”, tradotto da “Un home s’enfronta a 3,5 anys de presó per publicar missatges contra l’islam en Facebook,” À Punt, 28 novembre 2019

Il codice penale prevede una pena detentiva da uno a quattro anni per coloro che promuovono pubblicamente la discriminazione o la violenza contro un gruppo di persone per motivi ideologici o religiosi.

Questo è esattamente ciò che il procuratore ritiene che l’imputato abbia fatto …

I post, pubblicati tra il 2 settembre 2015 e il 4 dicembre 2017, dovrebbero essere ritirati, aggiunge il procuratore nelle sue conclusioni provvisorie.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento