Islam / World News

Atleta afgana vuole lasciare il paese dopo che il suo cane è stato ucciso a colpi di arma da fuoco

Atleta afgana vuole lasciare il paese dopo che il suo cane è stato ucciso a colpi di arma da fuoco

Sconosciuti armati hanno sparato uccidendo “Asoman” venerdì sera mentre faceva un’escursione con Sahba Barakzai e la sua famiglia sui monti Dasht-e-Hawz, una zona a 20 KM a nord della città di Herat.

Asoman” era il nome di una cagnolina di 7 mesi di proprietà di Sahba Barakzai, atleta e proprietaria di un club di karate per ragazze nella città di Herat.

Mio padre ha una squadra di escursionisti e talvolta io e ci univamo a lui “, ha detto Sahba Barakzai a Khaama Press.

Venerdì, mio padre, le mie sorelle e “Asoman” siamo andati sulle montagne del Dasht-e-Hawz per fare delle escursioni ma un uomo armato forse un “pastore” ha sparato al mio cane. Ho gridato e corso verso Asoman e ho chiesto all’uomo di non sparare. Ma a quell’uomo non importava e ha sparato altri 4 colpi nel petto di Asoman. Diversi altri uomini armati lo hanno raggiunto poco dopo aver sentito gli spari“.

Piangendo, ho preso il “Asoman” tra le mie braccia e ho iniziato a correre verso la nostra macchina. Gli uomini armati mi hanno sparato e hanno urlato di fermarmi e lasciare il cadavere del cane. ”

Li ho supplicati di permettermi di prendere il corpo di Asoman, ma non hanno ascoltato e hanno detto che ero una ragazza e non ho il diritto di tenere cani“.

Non ho nemmeno fatto denuncia alla polizia perché sapevo che non sarebbe successo nulla. Dozzine di esseri umani vengono uccisi ogni giorno nel paese e nessuno si sente responsabile ”, ha aggiunto.

In una conversazione telefonica con la giornalista di Khaama Press, Sahba ha pianto la morte del suo cane e ha detto che non pensava di perdere così presto il suo amato animale domestico.

Cercavo su Internet di capire quanto vivessero i cani, pensavo che 14 anni fossero così pochi e non sapevo che avrei perso la mia solo a 7 mesi“.

Sahba ha deciso di lasciare il paese perchè crede che non c’è sicurezza e un giorno i suoi familiari potrebbero avere lo stesso destino di Asoman.

Sahba ha licenziato i suoi studenti al Karate Club e ha messo in vendita l’attrezzatura con l’intenzione di lasciare il paese non appena venderà accessori e attrezzature per la casa.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento