World News

Attivisti LGBT attaccano chiesa nella città polacca di Szczecin

Attivisti LGBT attaccano chiesa nella città polacca di Szczecin

Venerdì, attivisti LGBT hanno vandalizzato una chiesa a Szczecin con vernice arcobaleno e slogan anti-Chiesa in quella che è stata un’ondata di attacchi alle chiese e ai simboli cattolici in Polonia negli ultimi mesi.

Dariusz Matecki, un consigliere della Polonia Unita, una parte di coalizione di Diritto e Giustizia (PiS), ha fornito informazioni sull’attacco attraverso i social media.

“Venerdì mattina, attivisti LGBT hanno profanato la Chiesa della Santa Croce a Szczecin. I vandali hanno dipinto le parole ‘hai sangue sulle mani’ e un arcobaleno sulla chiesa. Hanno anche spruzzato le lettere “LGBT” sulla scheda in informazioni”, ha scritto.

Il parroco Piotr Kordula ha detto che il distretto in cui è avvenuto l’attacco era di solito molto calmo.

Ha fatto riferimento a uno degli slogan dipinti dagli attivisti, “Hai il sangue sulle mani”, e ha sottolineato che la sua chiesa non aveva mai attaccato nessuno della comunità LGBT.

“Sono sorpreso, che abbiano scelto la nostra chiesa per ricordare a tutti la loro esistenza e i loro diritti”, ha detto il sacerdote.

Ha anche sottolineato che un altro degli slogan era “soli LGBT” che è latino per “solo LGBT”. Kordula ha sottolineato che se gli attivisti LGBT chiedono tolleranza, allora non è comprensibile il motivo per cui avrebbero usato la parola “solo” nel loro slogan.

Altri membri della comunità della Chiesa hanno aggiunto che non si aspettavano una tale aggressione dall’ambiente LGBT.

Kordula ha anche dichiarato che tre giorni prima dell’attacco, gli attivisti avevano appeso manifesti pro-LGBT sulla chiesa, ma quelli sono stati ignorati e rimossi in quanto visti come un problema incidentale.

La polizia di Szczecin sta indagando sull’attacco e ha rilevato prove sulla scena.

L’incidente è uno dei tanti attacchi contro simboli cristiani in Polonia, tra cui uno statua di Gesù Cristo vandalizzata a Varsavia.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento