Islam / World News

Austria: Picchiata dai turchi perchè non indossava il velo

Austria: Picchiata dai turchi perchè non indossava il velo

Scandalo al servizio funebre per le vittime dell’omicidio di Kottingbrunn: l’ospite Canan K. (37 anni) è stata brutalmente attaccata perché non portava il velo.

Dopo gli omicidi di Tugba A. (29 anni) e dei loro figli Tuana (23 mesi) e Selman (11 mesi), i parenti sono andati a Bad Vöslau per partecipare al funerale.
Samet A. (31 anni) ha letteralmente giustiziato prima sua moglie e poi sua figlia di quasi due anni con un coltello da cucina il 27 ottobre nella sua casa di Kottingbrunn; successivamente ha soffocato suo figlio.

Tugba A. e i suoi figli sono stati onorati mercoledì nella moschea ATIB in via Castelligasse in Turchia.

Successivamente, il servizio funebre si è svolto nella casa della madre della vittima dove Canan K. era presente con due amiche.

Non appena la 37enne è entrata in casa, è stata attaccata da una donna, presumibilmente cugina dei defunti.

Vattene, puttana, come osi mostrarti qui senza un velo“..

La donna mi ha colpito selvaggiamente. Poi un uomo mi ha sputato in faccia. Quasi 20 turchi sono arrivati ​​e ci hanno malmenato. Hanno colpito anche la mia macchina.
Sono andata immediatamente alla polizia. Da lì sono stata portata con l’ambulanza in ospedale.
Ho gravi lividi ed ematomi sulla faccia “, ha detto Canan K.

Il leader del Partito della Libertà a cui appartiene la stessa Canan, Norbert Hofer ha dichiarato in un comunicato stampa: ” Questo comportamento in un servizio commemorativo, in cui il ricordo delle vittime, e non la questione del velo, dovrebbe essere in primo piano, è scandaloso e inaccettabile e rivela che in Austria abbiamo un enorme problema di integrazione in molte aree “.

Hofer chiede che “l’immigrazione in Austria, ad eccezione dei lavoratori qualificati, debba essere fermata fino a quando il problema di integrazione non sarà risolto“.

Inoltre, il leader del Freedom Party sostiene che “a tutte quelle persone che si rifiutano di integrarsi a seguito di incidenti come quello accaduto si dovrebbero annullare tutti i benefici sociali“.

4
1

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento