Islam / Migranti

Austria: quattro insegnanti dell’Islam tra i sospettati dopo l’operazione antiterrorismo Luxor

Austria: quattro insegnanti dell’Islam tra i sospettati dopo l’operazione antiterrorismo Luxor

Nel corso dell’operazione Luxor, quattro insegnanti dell’Islam sono stati sospettati ed indagati dalla polizia e dalla magistratura.

La procura di Graz ha confermato giovedì un corrispondente rapporto del quotidiano “Kurier” all’agenzia di stampa APA. Tra gli insegnanti ci sono un uomo a Vienna e tre persone che lavorano in Stiria.

L’Imam con radici egiziane che lavora a Vienna è accusato di aver partecipato a eventi dei Fratelli Musulmani. Gli investigatori avevano anche sentito conversazioni telefoniche in cui si discutevano di acquisti di terreni e case.

Il giornale ha riferto che due insegnanti della Stiria dell’Islam erano stati sospesi dalle loro funzioni dalla Direzione dell’Educazione Stiriana fino a nuovo avviso.

Due erano nel settore della scuola primaria e uno è stato apparentemente inviato da una comunità religiosa, il che significa che la Direzione dell’istruzione non ha giurisdizione.

Tutti e tre sono stati convocati per testimoniare. Inoltre, l’Ispettorato per la religione islamica era stato informato e ora avrebbe esaminato i casi.

Uno di questi insegnanti è accusato di essere stato membro di una nota e controversa moschea e di aver partecipato a eventi organizzati dal Brotherhood.It musulmano, si dice che la sharia sia stata glorificata e che sia stata bruciata una bandiera israeliana.

L’uomo ha insultato i cristiani come “idolatri e figli di maiali e scimmie”. Secondo le indagini, un altro uomo stava progettando libri per bambini ai fini del lavoro missionario. Un altro ha diffuso ideologie dubbie nelle lezioni con i bambini delle scuole elementari.

Più di 70 persone sono indagate dalla procura di Graz nella seconda settimana di novembre nel corso dell’operazione Luxor. Le indagini si concentrano sui sostenitori dei Fratelli Musulmani e dell’organizzazione terroristica bandita Hamas.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento