Islam / World News

Autista musulmano interrompe il servizio pubblico e nega l’ingresso di una donna sull’autobus durante l’ora della preghiera

Autista musulmano interrompe il servizio pubblico e nega l’ingresso di una donna sull’autobus durante l’ora della preghiera

Svezia

Un Autista musulmano di un autobus pubblico a Stoccolma ha negato l’ingresso di una donna sull’ autobus, perché lui e altri due uomini stavano pregando all’interno del veicolo.

Questo atto inaccettabile e di palese discriminazione pubblica si è verificato lo scorso Venerdì sera. La vittima ha dichiarato che ha esitato a raccontare la storia per paura di non essere creduta.

La settimana successiva la storia è stata confermata da un politico del partito moderato locale Kristoffer Tamsons che in un post su Facebook ha affermato che “il comportamento del conducente islamico è inaccettabile”.

Tamson ha avviato un’indagine sull’incidente al fine di chiarire le norme generali delle società di trasporto e per capire come i dipendenti siano autorizzati a praticare la loro religione durante il lavoro e a bordo dei veicoli pubblici.

La donna coinvolta nell’incidente ha detto che quando ha guardato all’interno del bus ha scoperto l’autista insieme a due ragazzi in ginocchio sui sedili impegnati nella preghiera. Il conducente, malgrado i richiami della donna, ha ignorato la sua presenza e l’ha lasciata sotto la pioggia, Fonte: Nyheter Idag.

L’autista, finita la preghiera, ha fatto salire la donna sul bus e l’ha aggredita verbalmente perché era stato disturbato durante la preghiera.

A causa del comportamento aggressivo del conducente, la donna messa a disagio , ha chiamato un amico per essere accompagnata a casa.

Hanif Bali, un politico moderato che è ben noto per la sua ferma opposizione all’immigrazione di massa, ha postato un’immagine dell’autista in preghiera sul bus con il testo: “A una donna non è stato permesso di salire su un autobus nella città di Värmdö a tarda notte, l’autista stava pregando con i suoi figli.“.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento