Islam / Migranti / Politica / World News

Bandiere scandinave bruciate dai difensori del Corano – Nessuna rivolta

Bandiere scandinave bruciate dai difensori del Corano – Nessuna rivolta

La bandiera bruciante è intesa come una reazione al Corano di alto profilo che brucia a Malmè e alla manifestazione anti-islamica in Norvegia, dove una copia del Corano è stata strappata.

Un leader musulmano legato a un’organizzazione terroristica in Siria ha calpestato le bandiere svedese e norvegese e poi le ha incendiate in un videoclip sostenendo che “Allah è il Signore del mondo”, ha riferito l’agenzia di stampa Samhellsnytt.

Il video del rogo delle bandiere è inteso come una reazione al Corano bruciato a Malma e alla manifestazione anti-islamica in Norvegia, dove una copia del Corano è stata strappata.

Nel video, registrato nella città siriana di Idlib, l’uomo musulmano tiene una copia del Corano mentre calpesta le bandiere svedese e norvegese, sostenendo che entrambi i paesi hanno recentemente tenuto manifestazioni anti-islamiche. Tra le altre cose, l’uomo dice che bruciare il Corano è sbagliato e chiama le persone che lo hanno fatto criminali.


Il predicatore è stato identificato come lo sceicco Abu al-Abd Ashidaa, un locale di Aleppo ed ex comandante del gruppo militante Hayat Tahrir al-Sham (HTS), un ramo del gruppo terroristico Al-Nusra. L’HTS è stata bollata come un’organizzazione terroristica da Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Russia e Turchia per i suoi legami con la rete di al-Qaeda in Siria. Oltre a essere un’opinionista su YouTube, lo sceicco Abu al-Abd Ashidaa è coinvolto in un nuovo gruppo chiamato al-Jihad Coordination.

Alla fine di agosto, il partito anti-islamico danese Linea Dura ha visitato il gruppo svedese di Malma per manifestare contro l’Islam, che ritiene non possa essere integrato nelle società civili.

Durante la visita, una copia del libro sacro dei musulmani, il Corano, è stata bruciata nell’enclave etnica di Roseng rd, mentre una partita di calcio “con il Corano” si è tenuta in un’altra piazza.

Gli incidenti hanno scatenato violenti disordini tra la popolazione musulmana di Malma, durante la quale diversi agenti di polizia sono rimasti feriti. Le autorità svedesi tentarono senza successo di fermare la manifestazione, e la città di Malmè successivamente negò qualsiasi sottotono religioso alle rivolte.

Il giorno seguente, Stop the Islamisation of Norway (SIAN), un’organizzazione anti-musulmana, tenne una demonizzazione a Oslo,triturando una copia del Corano e chiamando il Profeta Muhammed un “pedofilo e guerrafondaio”.

Ciò ha scatenato rivolte e condanne da parte delle autorità norvegesi.

Per il rogo delle bandiere Svedese e Norvegese nessuna rivolta e nessuna condanna da parte delle autorità.

Al-Nusra e al-Qaeda sono organizzazione terroristica vietata in Russia e in altri paesi

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento