Politica / World News

Belgio: il sindacato di polizia sciopera contro le accuse di razzismo

Belgio: il sindacato di polizia sciopera contro le accuse di razzismo

Il sindacato belga degli agenti di polizia chiede uno sciopero in risposta alle accuse di “razzismo istituzionale” provenienti da alcuni politici ed esperti in seguito alla rivolta di domenica a Bruxelles. “Dire che c’è un problema generale con il razzismo nei servizi di polizia è un affermazione troppo forte e lontana dalla rtealtà”, ha detto il sindacato in una dichiarazione.

I dipartimenti di polizia di tutto il mondo occidentale sono stati recentemente presi di mira mentre gli estremisti di sinistra si stanno ribellando in molti paesi in risposta alla morte di George Floyd.
I radicali chiedono che i dipartimenti di polizia siano riformati per epurarsi dal razzismo. Negli Stati Uniti alcuni chiedono addirittura che i dipartimenti di polizia vengano sciolti del tutto.
Molti politici e commentatori stanno gonfiando e distorgendo il carro, e il Belgio non fa eccezione.

Jinnih Beels, membro del governo municipale di Bruxelles per i socialisti, è stato tra i cori di voci che hanno raccolto le accuse di razzismo della polizia dei rivoltosi in un’intervista al quotidiano De Afspraak.

Secondo un rapporto di SCEPTR, l’Unione dei lavoratori del settore pubblico per la polizia (VSOA Politie) ha espresso infelicità con i “sentimenti ” anti-polizia.

In risposta, la VSOA Politie ha presentato un avviso di intenzione di sciopero per conto del Dipartimento di Polizia di Bruxelles. la zona di polizia che è stata responsabile delle forze dell’ordine durante la manifestazione Black Lives Matter che si è svolta a Bruxelles domenica.
Più di diecimila manifestanti hanno partecipato, e l’evento si è rapidamente trasformato in violenza. 28 agenti di polizia sono rimasti feriti nei combattimenti che ne sono conseguiti e sono stati effettuati più di 200 arresti.

Lo scopo dichiarato dello sciopero è quello di garantire che vi sia tolleranza zero per la violenza contro la polizia.

Raf Liekens, giornalista belga, ha anche rivelato che alla polizia era stato ordinato di non arrestare nessuno alla rivolta di domenica, tranne nei casi in cui si verificavano gravi danni materiali o violenze. Diversi politici del partito di destra Vlaams Belang chiedono un’indagine sulla rivendicazione.

“Per essere chiari, VSOA Politie condanna tutte le forme di razzismo e discriminazione”, ha dichiarato Vincent Houssin, Presidente del sindacato. “Abbiamo anche preso una posizione molto chiara su questo in passato.Dire che c’è un problema generale e importante con il razzismo nei servizi di polizia è un affermazione troppo forte e lontana dalla rtealtà”

Houssin ha sottolineato che solo circa 50 le accuse di razzismo che sono state depositate contro la polizia di Bruxelles durante il 2017 e il 2018. Di questi, solo 11 hanno portato a indagini. Ciò significa che su 40.000 ufficiali, lo 0,12% è stato giudicato colpevole di razzismo.

Houssin ha anche detto che gli agenti sono stanchi di “attacchi violenti alla polizia del costante interrogatorio delle istituzione alla polizia.”
Egli ha inoltre sottolineato che tali critiche sono state demoralizzanti per gli ufficiali e incoraggianti per i criminali.

“Devi osare decidere che tipo di polizia vuoi”, disse Houssin. “Vuoi permettere che le cose siano rovinate dai criminali che prendono in consegna le strade? Oppure vuoi una forza di polizia forte che lavori in modo militare, ma sia severa con i criminali?”

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento