Islam / Migranti / World News

Belgio: La banda di migranti chiamata “Giustizia penale” sta attaccando i giovani LGBT e condividendo video di percosse su Telegram

Belgio: La banda di migranti chiamata “Giustizia penale” sta attaccando i giovani LGBT e condividendo video di percosse su Telegram

La settimana scorsa, un video è diventato virale di un gruppo di giovani migranti che hanno picchiato due vittime a Lovanio, in Belgio, dopo di che hanno costretto un adolescente bianco a scusarsi e a leccare le scarpe. Nel video si sente la parola “Eemmel”, che è un insulto che i marocchini usano comunemente per i gay.

Un’indagine di Het Laatste Nieuws ha scoperto che il video è collegato a una banda di giovani chiamati “Giustizia criminale” o “Sistema criminale”, che dà la caccia ai giovani LGBT in Belgio.

Comunicano attraverso una chat di gruppo di Telegram di 600 membri con un unico obiettivo: picchiare i giovani membri della comunità LGBT, filmare questi attacchi e condividerne le immagini.

Dopo che Het Laatste Nieuws ha ottenuto l’accesso alle loro chat di comunicazione di gruppo, appare ev idente che il video della scorsa settimana è solo uno dei tanti inquietanti video.

Le immagini circolavano in un gruppo di chat su Telegram app chiamato “Criminal Justice”. Lo stesso nome potrebbe anche essere visualizzato nel video da Loguven, Belgio. Secondo Sceptr, il gruppo di chat contiene principalmente ceceni, e glorificano esplicitamente la violenza contro le persone gay con centinaia di video.

Inoltre, i membri sono incoraggiati a cercare attivamente online persone che a loro avviso meritano un pestaggio, e i membri della comunità LGBT sono un obiettivo particolarmente popolare.

Minacce di morte in chat dicono che i gay devono essere macellati
Criminal Justice ha anche una pagina Instagram, ma il gruppo Telegram ha il maggior numero di membri. Circa 400 video e foto sono stati condivisi tra 600 memnbris, e la violenza esplicita è comune a tutti.

Oltre alle immagini prese da internet, i membri hanno registrato video nelle città del Belgio di Blankenberge, Anversa, Roeselare e Lovanio.

I messaggi che HLN è stato in grado di ottenere mostrano che i membri del gruppo cercano consapevolmente giovani LGBT con cui entrano in contatto attraverso le funzioni di chat di TikTok e Instagram. Poi fisicamente li rintracciano tramite i loro indirizzi IP o attraverso altre informazioni di identificazione.

Secondo le informazioni del giornale, la banda non ha paura di usare coltelli e armi da fuoco quando si avvicina alle loro vittime. Minacce di morte vengono fatte anche nella chat con qualcuno che scrive: “I gay devono essere massacrati”.

“Ho dovuto inginocchiarmi e scusarmi. E se non l’avessi fatto?
C’è una disponibilità notevolmente scarsa a parlare tra le giovani vittime, eppure HLN ha registrato la testimonianza di un giovane di Anversa. Dice di essere stato inseguito e minacciato insieme a un amico a Groenplaats ad Anversa.

“Un po avanti a noi, due uomini stavano suonando musica ad alto volume. Quando ce ne siamo andati, hanno improvvisamente iniziato a inseguirci. E un po ‘più tardi sono stato minacciato via Instagram. Ho accettato di parlare con loro, cosa che non avrei dovuto fare. Mi hanno minacciato. Dovevo inginocchiarmi e scusarmi. E se non l’avessi fatto? Sarei stato picchiato.

Il modus operandi degli autori è notevolmente simile al brutale video a Losven. Anche lì, il video sembra servire come una sorta di “trofeo di caccia” ed è condiviso tramite i social media.

Il testimone di Anversa ritiene che i responsabili del gruppo incitano deliberatamente i giovani a commettere un’aggressione.

Vittima costretta a leccare le scarpe dell’aggressore o altro

Il video di Leuwan sembra sia stato un attacco contro adolescenti gay o quello che gli aggressori credevano essere adolescenti gay sulla base di record di chat ottenuti da Het Laatste Nieuws. I fatti del caso sono ancora oggetto di indagine da parte del pubblico ministero di Lovanio. Secondo il giornale, la vittima di Anversa non ha presentato una denuncia.

Het Laatste Nieuws ha anche messo online il video della vittima anonima di Anversa. Mostra come un ragazzo è costretto a inginocchiarsi e a leccare le scarpe due volte di uno degli autori .
Infine ottiene un altro pugno in faccia.

Condividi questo Articolo

1 Comment

  1. e quindi,la societa a chi preferisce,gay o islamici,merkel a chi vuole piu bene gay o islamici.

Lascia un Commento