Islam / Migranti / World News

Berlino – Germania: Insegnante arabo precedentemente condannato per abusi, tocca indecentemente studentessa di 11 anni.

Berlino – Germania: Insegnante arabo precedentemente condannato per abusi, tocca indecentemente  studentessa di 11 anni.

Un ex tutor è stato condannato a dieci mesi di carcere per gli abusi sessuali di una studentessa allora di undici anni.
Il 31enne aveva toccato la ragazza indecentemente durante le lezioni.

In che modo uno studente universitario precedentemente condannato per abusi sessuali ottiene un lavoro come tutor?

Con un certificato di buona condotta falsificato dall’Ufficio federale di giustizia !

Nel dicembre 2019, Issa F. è stata condannata a nove mesi di carcere (non ancora giuridicamente vincolante). Martedì è stato nuovamente portato davanti al tribunale distrettuale: per abusi sessuali su una studentessa (11 anni).

Nel luglio 2018, ha commesso un’aggressione sessuale a Jessy durante le lezioni di matematica in un centro di supporto studentesco nel quartiere di Berlino di Reinickendorf.

L’imputato nega: “Non so perché lei sta sostenendo una cosa del genere”.

Tremante e in lacrime, la ragazza (ora 13enne) entrò in aula. E ripete le sue accuse in aula. Proprio come aveva fatto prima coi suoi genitori e con la polizia.
L’imputato era allora solo un insegnante supplente. I bambini non avevano alcun contatto con lui prima.

La madre (35 anni) ha detto: “Mia figlia era sotto shock.
Non riuscivo a calmarla. Siamo subito tornati in classe per chiarire la questione.

Il patrigno (37 anni): “Ho preso d’assalto l’uomo. Si è alzato dalla sedia, mi ha spinto fuori, ha chiuso la porta dall’interno. Ho chiamato la polizia. E l’imputato? Nel frattempo, è scappato attraverso la finestra.

Il giudice ha creduto a Jessy. “Che motivo poteva avere per mentire?” E i compagni di classe? Erano troppo concentrati sui loro esercizi per notare i tocchi fisici per lo più nascosti. “E perché è scappata se non lo aveva fatto?”

Il verdetto: 10 mesi di reclusione senza condizionale per abusi sessuali su un minore. L’ultima frase detta dall’arabo ? “È Un brutto giorno per me.”

Potrebbe essere ancora peggio per lui: se la accuse di falsificazione di documenti e una rissa (in cui Issa F. ha staccato con un morso un pezzo dell’orecchio dellì avversario) dovesse diventare definitive, potrebbe affrontare un totale di quattro anni e quattro mesi di carcere.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento