Islam / Politica

Blackout mediatico: Hamas massacra i palestinesi

Blackout mediatico: Hamas massacra i palestinesi

Yazan al-Masri, 2 anni, è stato ucciso da un razzo fatto in casa lanciato da Gaza su Israele. Il bambino è uno dei tanti che hanno incontrato un destino simile.

Secondo la Defense for Children International – Palestine (DCIP), decine di palestinesi sono stati feriti e uccisi da “razzi fatti in casa” da “un gruppo armato palestinese”. Le vittime dei razzi israeliani si trovavano nelle immediate vicinanze dei terroristi di Hamas.

Ibrahim Hassanain,16 anni, è stato ucciso il 10 maggio.

I vigliacchi di Hamas spesso usano i civili come scudi umani operando da scuole, ospedali o evidentemente dall’Associated Press e da altri mezzi di comunicazione. Si tratta di una strategia nota che mette deliberatamente a rischio vite innocenti. Hamas e i loro alleati spesso – ridicolmente – denunciano coloro che definiscono questa tattica “razzista”.

Il vecchio di Sion scrisse di questo fenomeno, affermando in parte che “è molto raro” che una famiglia sia uccisa dalle forze di difesa israeliane. Egli dice:

Un’ampia percentuale di razzi di Hamas cade a Gaza e molti abitanti di Gaza vengono uccisi a causa loro. L’ho documentato per anni. Ho anche mostrato come i video di Hamas mostrino razzi che non sono all’altezza.

Il DCIP non è un’organizzazione pro-Israele in alcun modo, ma riconosce le vittime causate dai missili di Hamas. “Le forze israeliane e i gruppi armati palestinesi devono prendere tutte le misure necessarie per condurre qualsiasi ostilità in conformità con il diritto internazionale e proteggere i civili, in particolare i bambini”, ha detto Ayed Abu Eqtaish del DCIP.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento