Islam / Migranti / World News

Blitz della polizia negli uffici di Ansaar International a Dusseldorf, in Germania, per presunto finanziamento del terrorismo

Blitz della polizia negli uffici di Ansaar International a Dusseldorf, in Germania, per presunto finanziamento del terrorismo

Il ministro degli Interni tedesco ha messo fuori legge un gruppo islamista con sede a Dusseldorf per aver presumibilmente dato donazioni in denaro a gruppi terroristici designati all’estero.

In un tweet di mercoledì, il portavoce del ministero Steve Alter ha detto che Ansaar International e le sue organizzazioni sussidiarie sono state bandite per aver “finanziato il terrorismo in tutto il mondo con donazioni”.

Ha citato il ministro dell’Interno Horst Seehofer dicendo: “Se vuoi combattere il terrore, devi prosciugare le sue fonti di denaro”.

La polizia ha fatto irruzione in uffici in 10 stati diversi nell’ambito della mossa di mercoledì mattina. Circa la metà delle 90 persone colpite avevano sede a NRW, nello stato di Dusseldorf.

Fondata dal rapper tedesco e convertito musulmano Joel Kayser, Ansaar afferma sul suo sito web di essere un’organizzazione umanitaria con particolare attenzione a Siria, Somalia, Territori palestinesi e Afghanistan.

Sostiene di aver finanziato progetti di costruzione di ospedali e orfanotrofi per le vittime musulmane e cristiane di Boko Haram in Africa e nella città siriana di Aleppo devastata dalla guerra.

L’organizzazione è anche profondamente religiosa ed è stata accusata dal ministero dell’Interno di “diffondere una visione del mondo salafita e di aver finanziato il terrorismo in tutto il mondo sotto le spoglie di aiuti umanitari”.

Nel 2019 la polizia ha fatto irruzione in uffici appartenenti ad Ansaar e in un’altra organizzazione no profit, WorldWide Resistance-Help, con l’accusa di aver finanziato il gruppo militante palestinese Hamas, designato come gruppo terroristico dall’Unione Europea.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento