Islam / World News

Boko Haram: 547 insegnanti uccisi nel Nord-est – NUT

Boko Haram: 547 insegnanti uccisi nel Nord-est – NUT

L’Unione Nazionale degli Insegnanti afferma che 547 insegnanti sono stati uccisi nell’insurrezione di Boko Haram nella regione nord-orientale della Nigeria.

Lo ha detto il presidente del sindacato, Nasir Idris, ad Abuja martedì durante l’edizione 2020 dell’assemblea solenne del sindacato.

Non ha indicato il periodo in cui sono state registrate le vittime, poiché l’insurrezione nel nord-est della Nigeria dura da oltre un decennio.

Ha anche detto che il governo non ha pagato i benefici degli insegnanti deceduti alle loro famiglie.

È un peccato che alcuni dei bambini di questi insegnanti colpiti vengano abbandonati dalla scuola a casa, altri non riescano nemmeno ad andare sul posto di lavoro“, ha affermato.

Idris ha affermato che il sindacato sta impegnando i governi statali interessati a garantire che i benefici in caso di morte degli insegnanti deceduti arrivino alle loro famiglie.

Ha anche parlato dell’incontro che il sindacato ha tenuto con il presidente Muhammadu Buhari sulla sua richiesta di adeguare l’età pensionabile degli insegnanti a 65 anni.

Il presidente Buhari ha ordinato che un promemoria venga scritto attraverso il Ministro della Pubblica Istruzione che dettaglia la nostra richiesta sull’età pensionabile per la successiva approvazione“, ha detto.

Abbiamo fatto progressi, abbiamo superato tutti i processi, dal Senato alla Camera dei Rappresentanti, tutti sono in sintonia con l’agitazione degli insegnanti nigeriani sulla questione dell’età pensionabile. Osserviamo che il gesto che consente ai docenti universitari di insegnare fino ai 65 anni dovrebbe essere trasmesso a noi insegnanti delle scuole primarie e secondarie. ”

Ha detto che riaggiustare l’età pensionabile degli insegnanti a 65 anni e farà rivivere le aule in tutto il paese.

Idris ha affermato che i governi statali non assumono più insegnanti per le aree rurali, il che ha creato un vuoto nel sistema educativo.

Pertanto abbiamo una carenza di insegnanti nelle nostre scuole primarie e secondarie. Questo è il motivo per cui chiediamo che l’età pensionabile sia di 65 anni, in modo tale che quando i governi locali e statali non riescono a reclutare insegnanti, saremo in grado di gestire quelli nel sistema prima del loro pensionamento ”.

Il presidente Buhari a gennaio ha riconosciuto che la Nigeria aveva un deficit di insegnanti.

Il presidente ha anche affermato che il governo federale è pronto a coinvolgere insegnanti più qualificati per aumentare il rapporto insegnante-alunno nel paese.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento