Politica

Norvegia: La direttrice del museo d’arte dice che la collezione delle opere esposte dovrebbe essere “meno bianca e maschile”

L’Astrup Fearnly Museum di Oslo ha una nuova direttrice che dice che è la sua missione rendere la collezione d’arte del museo “meno bianca e maschile”. In una recente intervista, Solveig Svstebè racconta al sito Kulturplot che la collezione di oggi al museo è un pò troppo “maschile e bianca”, e lei dice che dovrebbe presentare più opere di donne dal momento che ci sono “tante buone artiste”. Il suo punto di vista è indicativo di una tendenza più ampia in Occidente che ha visto le arti profondamente influenzate dal marxismo culturale e dall’ideologia femminista della terza ondata. Nel mese di aprile, l’Hampton Court Palace in Gran Bretagna ha annunciato che avrebbe cominciato a concentrarsi sui personaggi etnici per rendere la stor...

Spagna: i sostenitori di Vox protestano contro la terribile risposta del governo al virus (video)

Diverse migliaia di sostenitori del partito populista spagnolo sono scesi in piazza a Madrid sabato per esprimere il loro malcontento per la cattiva gestione da parte del governo della crisi del coronavirus Wuhan. In Spagna, dove più di 28.000 persone sono morte a causa della scarsa risposta del governo al virus, le autorità hanno cautamente iniziato ad allentare la misura di restrizione che sono state messe in atto il 14 marzo. Tuttavia, a Madrid e Barcellona, dove l’epidemia è stata più grave, sono rimaste severe misure di blocco, riporta il quotidiano spagnolo La Razon . I manifestanti sventolavano bandiere spagnole, suonavano clacson e cantavano slogan che chiedevano le dimissioni del governo di sinistra. 🇪🇸💪 El pueblo unido contra el Gobierno del paro y la miseria. 📢 Nunca olvid...

L’agente di polizia austriaco salva una ragazza dai richiedenti asilo che la molestavano sessualmente. Il tribunale austriaco condanna il poliziotto

Poiché un agente di polizia dell’unità speciale Cobra è intervenuto per salvare una ragazza da tre richiedenti asilo che la molestavano mentre era fuori servizio, è stato condannato a una multa a Eisenstadt. I richiedenti asilo lo avevano persino agredito violentemente. Nell’estate 2018 un agente di polizia di 37 anni si è seduto su una panchina del parco con la moglie nelle prime ore del mattino dopo un festival pubblico. Tre giovani uomini si sono avvicinati alla coppia con gesti, inviando baci e gridando “fucky, fucky”, il poliziotto d’elite è riuscito ad allontanarli. Poi ha notato che i tre uomini si erano avvicinati a una ragazza di 17 anni seduta a pochi metri di distanza e avevano iniziato a parlarle e a infastidirla sessualmente. Così l’ufficial...

Belgio: il sindacato di polizia pubblica il video dell’aggressione dei migranti contro gli agenti (video)

Un sindacato di polizia belga ha pubblicato un video che mostra gli agenti di polizia a Bruxelles aggrediti da un gruppo di migranti. Gli agenti stavano tentando di trattenere un sospetto in un accoltellamento quando un folto gruppo di migranti li ha circondati, e ha iniziato a colpirli e a prenderli a calci, buttando i poliziotti a terra. Dopo essere stati aggrediti, gli ufficiali sono stati finalmente in grado di recuperare, trattenere il sospettato, e lasciare l’area. Mercoledì il sindacato di polizia VSOA ha pubblicato un video dell’incidente sui social media. “Come dovrebbero fare il loro lavoro ad Anderlecht?” si legge nel testo di accompagnamento. “Cosa ne pensi, Pascal Smet e Benjamin Dalle? I nostri colleghi avrebbero dovuto affrontare [la situazione]...

Serbia: le ONG mettono in discussione lo spiegamento di un esercito vicino ai campi di migranti

Gli attivisti che lavorano per le organizzazioni non governative pro-migranti in Serbia si interrogano sul perché il paese abbia schierato il suo esercito in posizioni vicino ai campi di migranti lo scorso fine settimana. La ragione è semplice: Alla fine delle misure di emergenza, è probabile che i migranti abbandonino i campi, sia per commettere crimini che per tentare di attraversare illegalmente l’Unione europea. Il ministero della difesa serbo ha detto che il dispiegamento è stato ordinato dal presidente Aleksandar Vucic per proteggere i campi vicino al confine croato dove sono attualmente ospitati circa 4.000 migranti illegali. Secondo il governo, la ragione del dispiegamento delle forze armate è stata quella di proteggere la popolazione locale da possibili rapine e altre forme ...

L’Ungheria termina efficacemente il processo di richiesta di asilo dopo la chiusura delle zone di transito dei migranti

L’Ungheria ha chiuso entrambe le sue zone di transito a Ràszke e Tompa, al confine con la Serbia,in conformità con la sentenza della Corte di Giustixzia Europea. Il paese, comunque, contesta il verdetto della Corte di giustizia europea (CGJ), ed ha inasprito le modalità di richiesta delle domande di asilo in modo da renderle effettivamente impossibile ottenerle. La decisione di chiudere entrambe le zone di transito è stata annunciata giovedì durante la conferenza stampa settimanale del ministro di Gabinetto Gergely Gulyàs, che ha affermato che, sebbene il paese non sia d’accordo con la decisione, in quanto Stato membro dell’Unione europea deve rispettare le decisioni del tribunale. La sentenza della Corte di giustizia europea di giovedì scorso ha affermato che l’Ung...

Italia: l’ONG Sea-Eye avvia una petizione per poter ritornare al suo trafficare di migranti

L’Organizzazione non governativa tedesca a favore della migrazione illegale Sea-Eye ha avviato una petizione per poter tornare a trasportare migranti con l’Alan Kurdi, attualmente sotto sequestro disposto dalle autorità italiane dall’inizio di questo mese, chie anche il rilascio di Aita Mari, un altro nave utilizzata per il trasporto di migranti. Il 6 aprile l’Alan Kurdi ha “scaricato” circa 150 migranti illegali al porto di Palermo, in Sicilia. Lo ha fatto nonostante gli fosse stato chiesto di cessare le operazioni, dal Ministero degli Stranieri tedesco a causa del rischio di diffondere il coronavirus Wuhan (COVID-19). L’equipaggio non ha risposto e ha continuato con le sua attività nel Mediterraneo. L’equipaggio e i suoi passeggeri sono sta...

Grecia: le forze armate turche si impadroniscono del territorio greco

Le forze armate elleniche riferiscono che i soldati e la polizia turca hanno occupato permanentemente una tasca del territorio greco lungo il loro confine condiviso, in un palese disprezzo per la sovranità sia della Grecia che dell’Unione europea. La tasca si trova sul fiume Evros, che corre lungo il confine, nella regione di Feres. Fa innegabilmente parte della Grecia – anche Google Maps segna chiaramente l’area in cui i turchi si sono stabiliti come territorio greco. L’occupazione arriva mentre le forze di frontiera greche, assistite da agenti di polizia e soldati di molti paesi dell’Unione europea, hanno combattuto una nuova ondata di migranti illegali mentre cercavano di attraversare la frontiera – spesso con l’aiuto del personale turco –...

Sei europeo e ti rifiuti di sbloccare il telefono? Vai in prigione. Giudice britannico condanna attivista ai sensi della legge sul terrorismo

Il leader del gruppo anti-immigrati Britain First è stato multato e condannato a una pena sospesa per essersi rifiutato di sbloccare il suo cellulare e per essersi rifiutato di dare la password del suo computer alla polizia dopo essere tornato da un viaggio in Russia l’anno scorso, in base alle leggi antiterrorismo del Regno Unito. Mercoledì a Paul Golding, 38 anni, è stato ordinato di pagare 918 dollari di costi, e gli è stata concessa la “condizionale su una pena di nove mesi di reclusione” dal capo magistrato Emma Arbuthnot della Westminster Magistrates’ Court di Londra. È stato accusato di “rifiuto volontario di conformarsi” ai sensi del programma 7 della legge sul terrorismo. La polizia ha testimoniato che Golding aveva rifiutato la loro richiesta d...

L’Ambasciata bosniaca in Pakistan accusata di aver emesso visti fraudolenti

L’Ufficio del Procuratore della Bosnia-Erzegovina sta indagando sulle affermazioni secondo cui l’ambasciata del paese in Pakistan ha rilasciato migliaia di visti fraudolenti ai cittadini pakistani. Boris Grupesic, un portavoce della Procura del paese, ha dichiarato di aver ricevuto una denuncia dalla polizia di frontiera secondo cui l’ambasciata bosniaca a Islamabad aveva rilasciato un numero sospettoso di visti – circa 3.000, secondo un rapporto di Balkan Insight. La settimana scorsa Milorad Dodik, membro serbo della Presidenza della Bosnia-Erzegovina, ha affermato che il Ministero della sicurezza aveva messo in guardia la Presidenza sui visti. Ha detto che il ministero aveva avvertito che i cittadini pakistani che avevano ottenuto i visti in modo fraudolento potre...

Le nazioni dell’UE “Frugali” frenano il piano di recupero franco-tedesco

THE HAGUE, Paesi Bassi (AP) – I Paesi Bassi, l’Austria, la Danimarca e la Svezia stanno lavorando a una proposta per un fondo europeo di recupero che avrà condizioni difficili per i paesi che cercano un aiuto finanziario. Questo potrebbe far fallire o annacquare il progetto franco-tedesco presentato lunedì visto come un modo innovativo per affrontare le ricadute economiche della crisi coronavirus. Mercoledì il primo ministro olandese Mark Rutte ha menzionato – ma non ha approvato – la proposta franco-tedesca di un fondo da 500 miliardi di euro (550 miliardi di euro) che permetterebbe ai paesi del blocco di prendere prestiti e sovvenzioni a fondo perduto per superare la recessione. Questo piano, delineato dai leader Emmanuel Macron e Angela Merkel, va oltre un precedente pacchet...

Regno Unito: il vicesindaco della Greater Manchester chiede l’espulsione della banda di grooming

Il politico del partito laburista ed ex deputato, Beverley Hughes, chiede un’azione immediata dopo che è stato recentemente rivelato che gli stupratori musulmani che hanno predatobambine inglesi di undici anni nella città operaia di Rochdale sono tornati nella zona dopo essere stati rilasciati dal carcere. Fonte: The Manchester Evening News . Il vicesindaco della Greater Manchester, responsabile della polizia e della criminalità nella regione, ha chiesto la deportazione di tre membri della banda di stupri musulmana dopo che sono stati visti per le strade e una sopravvissuta ha incontrato il suo stupratore al supermercato. La vittima si è sentita nuovamente “violato” vedendo che il suo stupratore era ancora a Rochdale. Bev Hughes ha descritto l’incidente come “...