World News

Norvegia: La direttrice del museo d’arte dice che la collezione delle opere esposte dovrebbe essere “meno bianca e maschile”

L’Astrup Fearnly Museum di Oslo ha una nuova direttrice che dice che è la sua missione rendere la collezione d’arte del museo “meno bianca e maschile”. In una recente intervista, Solveig Svstebè racconta al sito Kulturplot che la collezione di oggi al museo è un pò troppo “maschile e bianca”, e lei dice che dovrebbe presentare più opere di donne dal momento che ci sono “tante buone artiste”. Il suo punto di vista è indicativo di una tendenza più ampia in Occidente che ha visto le arti profondamente influenzate dal marxismo culturale e dall’ideologia femminista della terza ondata. Nel mese di aprile, l’Hampton Court Palace in Gran Bretagna ha annunciato che avrebbe cominciato a concentrarsi sui personaggi etnici per rendere la stor...

Svezia: Migrante stupr una bambina di 3 anni

Un migrante eritrea ha violentato una bambina di 3 anni in Svezia. Un centro medico ha stabilito che la bambina ora ha anche una malattia sessualmente trasmessa (STD). Il 32enne migrante, il cui nome è stato nascosto a causa delle leggi svedesi sulla privacy, è stato incriminato presso il tribunale distrettuale di Attunda, secondo un rapporto di Samhàllsnytt. Risiede nel comune di Sundbyberg, a nord di Stoccolma. I documenti fiscali svedesi indicano che è un cittadino eritreo che è stato registrato per la prima volta in Svezia nel febbraio 2010. L’accusa indica che lo stupro ha avuto luogo in una residenza nel comune di Sollentuna, a nord di Stoccolma, nel gennaio o febbraio di quest’anno. Dopo l’aggressione, la madre ha cominciato a sospettare che la bambina fosse affett...

Donne albanesi del Kosovo aderiscono al gruppo terroristico dell’IS

PRISTINA, Kosovo (AP) – Venerdì i procuratori del Kosovo hanno sporto denuncia per terrorismo contro due donne di etnia albanese per presunta adesione al gruppo dello Stato islamico in Siria. Il Prosecutors ha dichiarato che le due donne, identificate solo come A.A. e L.I., si sono recate in Siria dove “sono diventate volontariamente parte dell’organizzazione terroristica” e hanno fornito supporto logistico ai combattenti del gruppo. “Si sono spostati in Siria “seconda il cambiamento di territorio dello Stato Islamico”. “Dopo la sconfitta del gruppo dello Stato islamico, le donne sono state consegnate alle forze curde e deportate in Kosovo il 24 aprile 2019, con l’aiuto dell’esercito americano”. Le due donne rischiano fino a...

Spagna: i sostenitori di Vox protestano contro la terribile risposta del governo al virus (video)

Diverse migliaia di sostenitori del partito populista spagnolo sono scesi in piazza a Madrid sabato per esprimere il loro malcontento per la cattiva gestione da parte del governo della crisi del coronavirus Wuhan. In Spagna, dove più di 28.000 persone sono morte a causa della scarsa risposta del governo al virus, le autorità hanno cautamente iniziato ad allentare la misura di restrizione che sono state messe in atto il 14 marzo. Tuttavia, a Madrid e Barcellona, dove l’epidemia è stata più grave, sono rimaste severe misure di blocco, riporta il quotidiano spagnolo La Razon . I manifestanti sventolavano bandiere spagnole, suonavano clacson e cantavano slogan che chiedevano le dimissioni del governo di sinistra. 🇪🇸💪 El pueblo unido contra el Gobierno del paro y la miseria. 📢 Nunca olvid...

Belgio: “Giovani (migranti)” arrestati per aver sputato sulle auto della polizia allo scopo di infettare gli agenti

Tre “giovani (migranti)” sono stati arrestati per aver sputato sulle maniglie delle porte dei veicoli della polizia la scorsa settimana nella speranza di infettare gli ufficiali con il coronavirus Wuhan (COVID-19). Gli stessi giovani erano stati impiegati dal comune per sensibilizzare i loro connazionali sul virus nella loro comunità. L’incidente è avvenuto nel quartiere Molenbeek-Saint-Jean di Bruxelles, dove risiede una grande comunità di migranti musulmani. Quasi il 40% dei giovani del distretto è disoccupato ed è noto per essere un focolaio di radicalismo islamico. I rappresentanti della polizia hanno detto che i giovani credevano di essere probabilmente infettati dal virus , e quindi speravano che sputando sulle maniglie delle portiere, che i poliziotti avrebbero poi...

Bosnia: la polizia costretta ad usare la forza contro i migranti.

La polizia bosniaca è stata costretta a usare la forza per controllare i migranti nella città di Velika Kladua, quando hanno iniziato a rivoltarsi e a minacciare il personale locale. Secondo un rapporto di Nova24TV, i funzionari dell’organizzazione non governativa pro-migranti, l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), ritenevano di essere in pericolo a causa dei migranti. L’incidente è avvenuto nella contea di Una-Sana, che si trova vicino al confine croato e dove sono stati istituiti diversi campi di migranti. La Bosnia ospita attualmente circa 10.000 migranti, secondo le stime ufficiali, la maggior parte dei quali spera di poter finalmente attraversare illegalmente la Croazia e l’Unione europea. Ma ne arrivano sempre altri. Quest’ultima viole...

Paesi Bassi: Migrante clandestino accoltella una donna al collo

La polizia olandese mercoledì ha arrestato un migrante di 24 anni per aver accoltellato una donna al collo mentre era sul suo scooter per strada a Vlaardigen. Erano le 8 del mattino quando la polizia è stata allertata per l’aggressione.. Sfortunatamente, una volta che la polizia è arrivata sulla scena del crimine, il migrante era sparito. Secondo la polizia, la vittima è stata immediatamente trattata dai servizi di emergenza per lesioni “superficiali” ma non è stato necessario il ricovero in ospedale. Fonte: De Telegraaf . Prima dell’aggressione, in migrante senza residenza permanente e la vittima non si erano mai incontrati. I filmati di sorveglianza ottenuti dalla polizia hanno mostrato che il migrante era in agguato in un quartiere non lontano da dove l’agg...

I giornalisti tedeschi fuori per un servizio nel distretto di Marxloh, in cui dominano i musulmani a Duisburg, presi a colpi di uova: “Questa parte della città appartiene a noi, le autorità tedesche non hanno autorità qui!”

Ein Reporter berichtet aus dem moslemisch geprägten Ausland #Duisburg #Marxloh und wird dort mit Eiern beworfen. Fremde und deutsche Staatsgewalt gehören dort nicht hin, sagen ihm die Einheimischen. pic.twitter.com/hmWtOpcQH9 — Was ist Zeitgeist? (@wasistzeitgeist) May 21, 2020 Un giornalista sta facendo un servizio dal distretto dei migranti musulmani di Marxloh a Duisburg e gli vengono tirate delle uova. Il potere statale tedesco non vi appartiene, gli dicono gli invasori musulmani. “Questo quartiere appartiene a noi” gli dicono. È stato solo martedì scorso che 200 membri del clan arabo hanno cercato di ostacolare l’arresto di un criminale.

L’agente di polizia austriaco salva una ragazza dai richiedenti asilo che la molestavano sessualmente. Il tribunale austriaco condanna il poliziotto

Poiché un agente di polizia dell’unità speciale Cobra è intervenuto per salvare una ragazza da tre richiedenti asilo che la molestavano mentre era fuori servizio, è stato condannato a una multa a Eisenstadt. I richiedenti asilo lo avevano persino agredito violentemente. Nell’estate 2018 un agente di polizia di 37 anni si è seduto su una panchina del parco con la moglie nelle prime ore del mattino dopo un festival pubblico. Tre giovani uomini si sono avvicinati alla coppia con gesti, inviando baci e gridando “fucky, fucky”, il poliziotto d’elite è riuscito ad allontanarli. Poi ha notato che i tre uomini si erano avvicinati a una ragazza di 17 anni seduta a pochi metri di distanza e avevano iniziato a parlarle e a infastidirla sessualmente. Così l’ufficial...

Germania: I migranti attaccano i dipendenti del centro di accoglienza e la polizia

Sei dipendenti in una struttura di accoglienza per migranti nel Baden-Wàrttemberg sono rimasti feriti dopo essere stati aggrediti dai migranti durante il fine settimana. Almeno trenta agenti di polizia sono stati chiamati al centro di accoglienza a Ellwagen dopo che le guardie di sicurezza sono state aggredite da migranti violenti che soggiornano presso la struttura. La polizia sta ora indagando sugli aggressori per aver commesso “danni fisici pericolosi”. Fonte: Sueddeutsche . Secondo la polizia, l’incidente è iniziato quando un tredicenne afghano e un gambiano di 43 anni hanno litigato per una bottiglia d’acqua nella mensa. Quello che era iniziato come una disputa verbale è deventata rapidamente una zuffa quando l’africano ha colpito l’afgano sul viso....

Belgio: il sindacato di polizia pubblica il video dell’aggressione dei migranti contro gli agenti (video)

Un sindacato di polizia belga ha pubblicato un video che mostra gli agenti di polizia a Bruxelles aggrediti da un gruppo di migranti. Gli agenti stavano tentando di trattenere un sospetto in un accoltellamento quando un folto gruppo di migranti li ha circondati, e ha iniziato a colpirli e a prenderli a calci, buttando i poliziotti a terra. Dopo essere stati aggrediti, gli ufficiali sono stati finalmente in grado di recuperare, trattenere il sospettato, e lasciare l’area. Mercoledì il sindacato di polizia VSOA ha pubblicato un video dell’incidente sui social media. “Come dovrebbero fare il loro lavoro ad Anderlecht?” si legge nel testo di accompagnamento. “Cosa ne pensi, Pascal Smet e Benjamin Dalle? I nostri colleghi avrebbero dovuto affrontare [la situazione]...

Serbia: le ONG mettono in discussione lo spiegamento di un esercito vicino ai campi di migranti

Gli attivisti che lavorano per le organizzazioni non governative pro-migranti in Serbia si interrogano sul perché il paese abbia schierato il suo esercito in posizioni vicino ai campi di migranti lo scorso fine settimana. La ragione è semplice: Alla fine delle misure di emergenza, è probabile che i migranti abbandonino i campi, sia per commettere crimini che per tentare di attraversare illegalmente l’Unione europea. Il ministero della difesa serbo ha detto che il dispiegamento è stato ordinato dal presidente Aleksandar Vucic per proteggere i campi vicino al confine croato dove sono attualmente ospitati circa 4.000 migranti illegali. Secondo il governo, la ragione del dispiegamento delle forze armate è stata quella di proteggere la popolazione locale da possibili rapine e altre forme ...