Islam / Migranti / Politica

Chi ha finanziato la fuga dello stupratore e assassino afghano della tredicenne austriaca Leonie a Londra?

Chi ha finanziato la fuga dello stupratore e assassino afghano della tredicenne austriaca Leonie a Londra?

QUARTO AFGHANO ARRESTATO IN RELAZIONE ALLO STUPRO E ALL’OMICIDIO DEL 13ENNE LEONIE DI VIENNA A LONDRA – SI SOSPETTA CHE ABBIA ATTRAVERSATO LA MANICA VERSO L’INGHILTERRA IN UN GOMMONE – I CARNEFICI VOLENTEROSI DI ALLAH

La caccia all’uomo per un sospetto nel caso dell’omicidio Leonie si è conclusa giovedì con un botto. Gli investigatori hanno rintracciato il fuggitivo afghano (presumibilmente 22 anni) a Londra. Il suo arresto solleva molte domande. Come è arrivato l’uomo in Inghilterra nonostante il mandato d’arresto internazionale? E soprattutto – chi ha pagato per il viaggio?

Presumibilmente ha dato della droga a Leonie, l’ha portata con i suoi complici in un appartamento nel distretto di Donaustadt e ha violentato la ragazza lì più volte. La giovane di Tulln è morta, il suo corpo è stato semplicemente scaricato sul ciglio della strada, gli afghani sono fuggiti. Tre di loro sono stati rapidamente catturati dagli investigatori locali. Il quarto è stato catturato solo giovedì a Londra.

“Fino al 2 agosto, nessuna esenzione dall’obbligo di quarantena per il gruppo target 3G e inoltre nessuna esenzione dall’obbligo di sperimentazione per le persone recuperate o vaccinate.” Questo passaggio sulla pagina del Ministero federale per gli affari europei e internazionali è ancora valido. Solo per i cittadini rispettosi della legge? Non si sa ancora se l’afghano autore del crimine debba essere messo in quarantena. Il fatto è che sembra essere incredibilmente ben collegato. Dopo tutto, è stato rintracciato nella comunità afghana. È un giovane richiedente asilo difficilmente poteva fuggire all’estero senza l’aiuto degli investigatori – nel bel mezzo di una pandemia.

I contrabbandieri hanno le mani anche in questo? O una ONG? Certo, tutto questo è attualmente oggetto di speculazioni, il che comporta anche una certa esplosività politica. Anche perché gli austriaci sono fortemente limitati nella loro libertà di viaggiare a causa della pandemia.

Naturalmente, anche la questione del finanziamento dovrà essere chiarita. Per un volo spontaneo per Londra, diverse centinaia di euro diventano spesso dovuti. Tanto più che si deve presumere che non si tratta semplicemente di salire a bordo di un aereo economico nell’aeroporto di Schwechat.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento