Islam

Cimitero ebraico di Negev vandalizzato da teppisti beduini

Cimitero ebraico di Negev vandalizzato da teppisti beduini

I “giovani” si sono filmati mentre vandalizzano lapidi nel cimitero di Moshav Nevatim, e hanno caricato il video su Tik-Tok.

Gli investigatori forensi della polizia israeliana sono arrivati al cimitero Moshav Nevatim nel Negev, che è stato profanato dai teppisti beduini.

Questa mattina, giovedì, Moshav Nevatim e il movimento Regavim hanno presentato denunce alla polizia, chiedendo che i vandali fossero assicurati alla giustizia.

Nelle ultime settimane, la recinzione intorno al cimitero è stata dipinta a spruzzo con graffiti arabi e sezioni della recinzione sono state strappate via.

Moshav Nevatim, nel Negev centrale, vicino a Be’er Sheva, è circondato da gruppi di campi illegali di beduini e ha sofferto per molti anni di criminalità, vandalismo, furti e furti agricoli.

Il moshav stesso è protetto da una recinzione e da un fossato anticarro, scavato per proteggerlo dai veicoli pesanti – ma il cimitero si trova fuori dal moshav ed è stato vandalizzato ripetutamente. L’incidente più recente dimostra una grave escalation, con la profanazione di lapidi e la sfacciata pubblicazione della documentazione video del crimine.

“Queste orribili immagini sono il risultato della continua mancanza del governo dello Stato di Israele nel Negev”, afferma Evyatar David, coordinatore sul campo di Regavim per il distretto meridionale. “Non c’è un bel modo di dirlo, e non c’è modo di imbiancare la portata del problema. Porteremo avanti questo caso fino a quando i criminali non saranno assicurati alla giustizia.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento