Islam / World News

Cinque bambini uccisi dai ribelli della Repubblica Democratica del Congo

Cinque bambini uccisi dai ribelli della Repubblica Democratica del Congo

Goma (Repubblica Democratica del Congo), 15 novembre (AFP)

I Ribelli hanno ucciso sei membri della stessa famiglia nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, più di due settimane dopo che l’esercito congolese ha annunciato un’offensiva per sradicare gli insorti.

Funzionari hanno riferito che un uomo e i suoi cinque figli sono stati uccisi e altre tre persone ferite nell’attacco di giovedì scorso nella regione di Beni, un’area afflitta da gruppi armati.

L’attacco è stato sferrato da un gruppo ribelle di ispirazione islamista, le “Forze democratiche alleate (ADF)“, una milizia di origine ugandese che opera da tempo nella regione di confine nella provincia del Nord Kivu.

Il gruppo – retaggio delle guerre del Congo degli anni ’90 e 2000 – è stato accusato di aver ucciso centinaia di civili negli ultimi cinque anni.

Il portavoce dell’esercito locale, il maggiore Mak Hazukay, ha confermato che sei membri della stessa famiglia sono stati uccisi durante l’attacco, aggiungendo che i soldati si erano “scontrati con il nemico“.

L’esercito ha dichiarato il 30 ottobre di aver avviato “operazioni su larga scala“, compreso bombardamenti e schieramenti di truppe, volti a liberare l’area dai gruppi armati.

Ma dall’annuncio circa 25 civili sono stati uccisi in attacchi attribuiti all’ADF, e i residenti hanno accusato l’esercito di concentrare i propri sforzi sulle aree sbagliate.

Il gruppo dello Stato Islamico ha rivendicato alcuni dei recenti attacchi dell’ADF

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento