Islam / Italia / Migranti / Politica

CITTADINI IN RIVOLTA BRUCIANO LA “TENDA DELL’ACCOGLIENZA” NELL’ISOLA DEGLI SBARCHI 🔥, LA PAZIENZA È FINITA

CITTADINI IN RIVOLTA BRUCIANO LA “TENDA DELL’ACCOGLIENZA” NELL’ISOLA DEGLI SBARCHI 🔥, LA PAZIENZA È FINITA

Gesto futurista – che condanniamo fermamente! – a Ragusa, dove è stata incendiata la cosiddetta “Tenda dell’accoglienza”, simbolo della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato.

“Attraverso la tenda abbiamo voluto ricostruire un luogo di incontro e partecipazione, terreno fertile per lo sviluppo di un Noi sincero e arricchente ha detto Meli, presidente della
Fondazione San Giovanni Battista- con questo atto vandalico, capiamo quanto sia importante continuare in questo percorso”. La ricostruiremo -annuncia- invitando la popolazione a collaborare.

Ha capito al volo. Il popolo è stanco di subire. Fermatevi finché siete in tempo, o gesti futuristi come questo saranno solo l’avanguardia di qualcosa di molto più brutale. Non lo auspichiamo, lo prevediamo.

Oltre ad importi l’invasione provocano anche. La reazione è inevitabile.

La Tenda che era stata inaugurata alla presenza della Rappresentanti della Prefettura, della Questura, del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, del Comune di Ragusa, del Comune di Comiso e della Diocesi di Ragusa, il 20 settembre in piazza San Giovanni, è stata poi trasferita presso Ponte vecchio dove è stato steso il drappo formato dalle unione di stoffe differenti.

Ora è andato in fumo.

Ecco l’Ideatore: Meli, presidente della Fondazione San Giovanni Battista

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento