Politica / World News

Comunista svedese: La sinistra ha abbandonato la classe operaia per il multiculturalismo e le questioni LGBT

Comunista svedese: La sinistra ha abbandonato la classe operaia per il multiculturalismo e le questioni LGBT

Gli ex membri del Partito Comunista in Svezia hanno in programma di costruire un nuovo partito socialista operaio privo di dogmi multiculturali, allarmismo climatico e problemi LGBT che attualmente affliggono la sinistra moderna.

Nils Littorin, ex membro della sezione Malmö del Partito Comunista, ha detto a Lokatidningen che la sinistra di oggi è diventata parte dell’élite che ha perso i contatti con la classe operaia che avrebbe dovuto rappresentare.

La sinistra non capisce perché così tanti lavoratori non pensano che il multiculturalismo, il movimento LGBT e Greta Thunberg siano qualcosa di fantastico, ma invece credono che siamo nella Germania degli anni ’30 e che i lavoratori che votano per i democratici svedesi sono stati infettati da qualche malattia nazista “, ha spiegato a Lokatidningen.

Secondo Littorin, il culto che circonda l’attivista climatica della 16enne Greta Thunberg insieme agli “altri -ismi” avviene a spese di questioni reali, come l’uguaglianza del reddito.

L’orgoglio, ad esempio, è stato ridotto a occuparsi dell’orientamento sessuale. Crediamo che la dignità umana riguardi principalmente il lavoro e l’assicurazione pensionistica, il che significa che non sei costretto a vivere con le briciole quando sei vecchio ”, ha spiegato Littorin.

Durante tutto il dopoguerra, il movimento sindacale ha sostenuto l’immigrazione restrittiva per evitare il dumping salariale e la ghettizzazione delle aree residenziali.

Littorin afferma inoltre che il punto d’appoggio nella classe operaia si è allentato e le manifestazioni si stanno riempiendo di altri gruppi sociali.

Per Littorin, l’obiettivo è quello di entrare nel consiglio comunale di Malmö entro il 2022. Il nome del partito rimane indeterminato, ma Littorin ha sottolineato che la parola “comunista” non sarà più presente.

Littorin e i suoi coetanei non sono soli nelle loro visioni tra l’estrema sinistra. Un ex membro del Partito di Sinistra in Svezia, Markus Allard, si è recentemente scagliato contro i politici che si sottomettono all’Islam, dicendo che l’Islam non dovrebbe prendere un millimetro di Svezia.

Tuttavia, poiché la sinistra nel suo complesso non si è liberata del dogma multiculturale e dell’allarmismo climatico, persone come Littorin sono state costrette a lasciare i partiti di sinistra, nonostante il fatto che abbiano le opinioni che la sinistra tradizionale ha espresso per cento anni.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento