Islam

Congo Orientale: Uccisi quarantasei civili in un attacco islamista

Congo Orientale: Uccisi quarantasei civili in un attacco islamista

KINSHASA (Reuters) Quarantasei civili sarebbero stati uccisi in un attacco da militanti islamisti in un villaggio nella Repubblica Democratica del Congo orientale.

Le forze di sicurezza locali sono state inviate nel villaggio in territorio Irumu per indagare, ha detto telefonicamente il ministro dell’Interno provinciale Adjio Gidi.

“Il bilancio delle vittime di questo pomeriggio è di 46 persone”, ha detto Gidi.

Le Forze Democratiche Alleate (ADF) sono dietro il raid. Si ritiene che il gruppo armato ugandese abbia effettuato una serie di massacri nel Congo orientale, uccidendo più di 1.000 civili dall’inizio del 2019, secondo i dati delle Nazioni Unite.

Dopo essere state allertate per le ultime violenze, le truppe si sono recate nel villaggio e stanno recuperando i corpi, ha detto il portavoce dell’esercito locale Jules Ngongo. Non ha detto quanti sono stati uccisi.

Le terre di confine orientali del Congo con Uganda, Ruanda e Burundi ospitano una costellazione di oltre 100 milizie diverse, molti dei resti delle sue brutali guerre civili che si sono ufficialmente concluse nel 2003.

Domenica, assalitori non identificati hanno ucciso almeno sei ranger in un’imboscata nel Parco Nazionale virunga del Congo orientale, un santuario per i gorilla di montagna in via di estinzione.

Lo Stato Islamico ha rivendicato la responsabilità di molti sospetti attacchi ADF in passato, anche se gli esperti delle Nazioni Unite non sono stati in grado di confermare alcun legame diretto tra i due gruppi.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento