Politica / World News

Corte tedesca: Il Movimento Identitari non può essere classificato come ‘estremista di destra’

Corte tedesca: Il Movimento Identitari non può essere classificato come ‘estremista di destra’

Il Tribunale amministrativo di Colonia ha stabilito che l’Identitarismo in Germania non può essere classificato come ‘organizzazione estremista di destra’ in quanto non ci sono punti di vista che giustifichino una tale classificazione. Fonte: Die Presse .

A causa della decisione presa mercoledì dal tribunale amministrativo di Colonia, l’agenzia di spionaggio interno tedesco, noto come l’Ufficio federale per la Protezione della Costituzione (BfV), sarà costretta a cancellare la classificazione del movimento dalla lista di ‘estremista di destra che cospira contro la costituzione liberale democratica‘.

Fin dall’inizio, la decisione del BfV di etichettare il movimento identità paneuropea come ‘estremista di destra‘ è stato ampiamente accusato di essere ‘politicamente ed ideologicamente motivato, con poco fondamento giuridico o polemico che lo sostengono.’

Questo, tuttavia, non ha fermato la stampa di sinistra che ha dipinto il movimento come organizzazione quasi-terroristica.

Ma Mercoledì, questo falso concetto è stato rimosso dopo che la corte ha stabilito che non vi sono, in realtà, alcune ragioni valide per cui il BfV abbia fatto questa valutazione.

Ora, è molto probabile che la BfV si opporrà alla decisione del giudice entro un periodo massimo di due settimane.

Il leader del Identitarismo in Germania Daniel Fiss, ha detto, “Per noi è chiaro che ora si andrà nella fase calda del confronto legale con la Protezione della Costituzione.”

Fiss ha detto che l’Identitarismo sta combattendo “su un fronte decisionale che potrebbe aprire la strada per tutti gli attori patriottici in questo paese”.

L’Attivismo Patriottico e del lavoro giovanile devono continuare ad essere legittimi”, ha aggiunto.

All’inizio di questo mese, un tribunale Francese ha condanno a sei mesi di prigione tre figure di spicco della generazione di identità (GI) francese , per aver partecipato a una spedizione di pace nelle Alpi progettata per focalizzare l’attenzione sulla crisi migrante.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento