Politica / World News

Danimarca, finalmente una nuova legge più severa contro il sesso senza consenso: è stupro

Danimarca, finalmente una nuova legge più severa contro il sesso senza consenso: è stupro

Finalmente qualcosa si muove in Danimarca.

Il governo danese ha accettato di modificare il codice penale per riconoscere per legge che il sesso senza consenso è stupro.

Si tratta di un accordo tra i partiti e la coalizione di sinistra al governo per introdurre una legislazione sullo stupro basata sul consenso: secondo Amnesty International, “è un passo verso una vittoria storica per i diritti umani”.

Fino ad oggi, la legge era costruita in modo tale che ci dovesse essere una vera e propria violenza perche fosse giudicata come stupro in un’aula di tribunale in Danimarca.

“Già prima, una minaccia doveva essere giudicata stupro”

Già prima, una minaccia di violenza dove essere giudicata come stupro, ma non succedeva”, spiega Isabel Donen, una ragazza vittima di violenza sessuale.

Isabel Donen durante l’intervista.Screenshot

“Se non c’è accordo, è stupro”

Il ministro della Giustizia danese, il socialdemocratico Nick Hækkerup è categorico:

“La nuova legge? Significa che è stupro se non c’è accordo tra le parti coinvolte”.

Il ministro della giustizia danese.Screenshot

“Il consenso o il non consenso”

La parlamentare Rosa Lund (The Red-Green Alliance):
“Il consenso o il non consenso può essere dato semplicemente a voce, toccando o anche solo con gli occhi. Non è difficile da capire, per chi vuole capire”.

La parlamentare danese Rosa Lund.Screenshot

Una “cultura dello stupro”

Pur essendo un paese molto civile, in Danimarca gli stupri sono, purtroppo, molto frequenti.

E quando le donne vanno alla polizia, le possibilità di perseguire o far condannare gli aggressori sono scarse.
Dei 24.000 casi di donne che, secondo un recente studio, hanno subito uno stupro o un tentato stupro nel 2017, solo 890 sono state denunciati alla polizia. Di questi, 535 hanno portato a procedimenti giudiziari e solo 94 a condanne.

La nuova legge era quantomai necessaria.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento