Islam

Donna nagorno-karabakh scomparsa trovata morta e torturata

Donna nagorno-karabakh scomparsa trovata morta e torturata

16/01/2021 Nagorno-Karabakh (Preoccupazione cristiana internazionale) – I media locali riferiscono che il 13 gennaio i parenti hanno identificato il corpo della 58enne Alvard Tovmasyan, trovata morta nel cortile della sua casa a Karin Tak, un villaggio del Nagorno-Karabakh(armeno: Artsakh).

I parenti hanno lasciato il villaggio il 29 ottobre, mentre Tovmasyan è rimasta indietro per sbrigare alcune faccende personali. Le forze azere in seguito hanno occupato il villaggio e in seguito all’accordo di cessate il fuoco fu segnalata la sua scomparsa.

Quando il corpo di Tovmasyan è stato scoperto, era stato mutilato quasi in modo irriconoscibile. Suo fratello Samvel ha potuto fare il riconoscmento solo attraverso i suoi vestiti. I parenti hanno anche riferito che i piedi, le mani e le orecchie di Tomasyan erano state tagliate come parte della tortura. Questo tipo di atrocità ricorda quelle commesse durante i precedenti genocidi contro la comunità cristiana armena.

Tomasyan è uno dei tanti armeni che sono stati uccisi inutilmente per mano delle forze azere nella regione del Nagorno-Karabakh. La disumanizzazione dei cristiani armeni da parte dell’Azerbaigian è influenzata anche dalla Turchia. Si tratta di una combinazione che crea preoccupazione per la restante comunità cristiana armena nel Nagorno-Karabakh.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento