Islam / World News

Dopo l’attacco di un islamista un servizio di sicurezza proteggerà la chiesa di Berlino

Dopo l’attacco di un islamista un servizio di sicurezza proteggerà la chiesa di Berlino

In seguito al violento attacco a un sacerdote e a suo fratello durante la Santa Messa nella chiesa berlinese di San Giuseppe, a partire da domenica prossima sarà istituito un servizio di sicurezza.

Lo riferisce la “Catholic News Agency” (KNA) con riferimento al portavoce della diocesi di Berlino, Stefan Fàrner.

Questo dovrebbe chiarire che l’arcidiocesi prende sul serio l’incidente, ha detto Fàrner.Secondo Fàrner, esiste già un concetto di sicurezza per la chiesa – ma nessun servizio di sicurezza era presente durante l’attacco di domenica scorsa.

Il fratello del sacerdote che è stato abbattuto da una persona sconosciuta durante il sermone, il signor Holger Doetsch, aveva precedentemente chiesto un servizio di sicurezza nelle chiese in un’intervista con il giornale Tagespost.

Il sacerdote in questione è un dipendente della Nunziatura Apostolica.Quando gli è stato chiesto della sua condizione, Doetsch ha risposto al Tagespost: “Non va beneo. È profondamente inciso nella mia mente. Ricordavo gli incidenti di Taizé e l’attacco al fratello Roger e l’omicidio del sacerdote francese Jacques Hamel. Secondo la sua percezione, si trattava di “un attacco pianificato alla chiesa. E questo deve avere delle conseguenze”.

Come riferisce ancora KNA, la preoccupazione dell’arcidiocesi di Berlino è la salute del sacerdote interessato, di suo fratello e della ragazza dell’altare in piedi direttamente accanto a lui, così come dei fedeli”. Le conseguenze fisiche visibili sono – grazie a Dio – non gravi per gli uomini aggrediti, l’incertezza d’altra parte, che l’aggressore ha causato, rimarrà”, così ha detto l’oratore Förner.St.

La chiesa di Joseph è attualmente utilizzata come sostituto della Cattedrale di St. Hedwig, attualmente in fase di ricostruzione.
I sacerdoti dell’ambasciata del Papa e dell’ufficio episcopale militare celebrano regolarmente i servizi nella Cattedrale di Berlino.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento