Islam / World News

Due Atlete cancellate dalla squadra nazionale di bowling dell’Afghanistan a causa del mancato rispetto dell’hijab islamico

Due Atlete cancellate dalla squadra nazionale di bowling dell’Afghanistan a causa del mancato rispetto dell’hijab islamico

I funzionari della Federazione di bowling afgana hanno cancellato l’adesione di due atlete donne a causa del mancato rispetto del “velo islamico“,

Faila Hoorzad e Zohal Bayat sono gli unici due membri donne dell’Afghanistan National Bowling Team che sono stati cancellati dalla Federazione Bowling dell’Afghanistan.

I funzionari dell’Afghanistan Bowling Federation affermano che l’adesione di queste atlete è stata annullata perché non hanno indossato l’hijab islamico mentre erano in Kuwait per il 25 ° campionato asiatico di bowling.

Saranno intraprese gravi azioni disciplinari contro ” l’ignoranza dell’hijab islamico” secondo lo statuto della federazione “, ha dichiarato Ahad Sorosh, portavoce della Afghanistan Bowling Federation.

Ma Fazila Hoorzad, una delle giocatrici la cui iscrizione è stata cancellata dopo essere tornata dalle partite del campionato asiatico in Kuwait, la chiama “calunnia” e “accusa“.

Siamo apparse con il velo islamico durante lo spettacolo e abbiamo partecipato a tutti gli incontri e gli eventi ufficiali con l’hijab. È una nostra scelta come apparire al di fuori dell’orario ufficiale o mentre siamo nella nostra privacy ”, ha detto Fazila Hoorzad.

I membri della squadra nazionale di bowling dell’Afghanistan hanno incontrato l’ambasciatore afgano in Kuwait

Nei filmati video e nelle fotografie pubblicate del 25 ° spettacolo del campionato asiatico di bowling Zohal e Fazila sono in hijab islamico.

Samira Hamidi, attivista afgana per i diritti delle donne e attivista regionale per Amnesty International considera la decisione della federazione discriminatoria e la considera una chiara “violenza contro le donne“.

Samira a dichiarato a Khaama Press :

La decisione presa dall’Afghanistan Bowling Federation è discriminatoria e una chiara violenza contro le donne. Non è la prima volta che le donne in Afghanistan sono state private dei loro diritti di adesione.

Nessuna legge o politica può limitare la privacy di una persona. La dichiarazione dell’Afghanistan Bowling Federation mi sembra sospetta, hanno parlato di “violazione” ma non “specificano” mai.

Se tali discriminazioni nella sezione sportiva dell’Afghanistan non vengono fermate, le donne non oseranno frequentare tali ambienti.

Le donne non dovrebbero più essere vittime di una società in cui la presenza delle donne nello sport è considerato un tabù.

Voglio che le autorità riesaminino prontamente la loro decisione e rinnovino la nostra appartenenza all’Afghanistan Bowling Federation e che ci consentano di partecipare a partite nazionali e internazionali”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento