Italia / Migranti / Politica / World News

Due deputati della Repubblica Ceca fanno appello a Matteo Salvini

Due deputati della Repubblica Ceca fanno appello a Matteo Salvini

Il leader del partito Freedom and Direct Democracy (SPD) e il deputato Tomio Okamura hanno deciso di consegnare una lettera all’ambasciata italiana a Praga a sostegno del loro amico, senatore e presidente della Lega, Matteo Salvini.

Lo hanno fatto accompagnato da un altro deputato e dal loro collega Jaroslav Foldyna. Okamura ha fatto notare anche che Matteo Salvini sapeva della lettera e ha accolto con favore il sostegno.

“Abbiamo indirizzato la lettera al Presidente del Senato italiano. Matteo sta per essere perseguito dal Senato italiano per aver impedito ai migranti illegali di atterrare sul suolo italiano mentre serviva come ministro dell’Interno. Deve affrontare fino a 15 anni di prigione. È incredibile ciò che sta accadendo in alcuni paesi dell’UE. Matteo, sono con te e tengo le dita incrociate”, ha detto Okamura dopo aver consegnato la lettera.

In un video che Okamura in seguito ha pubblicato sulla sua pagina Facebook, ha aggiunto che anche il presidente Miloà Eman ha ricevuto copia della lettera.

All’inizio dell’appello, i suoi autori affermano che la storia europea “ha plasmato il background culturale attualmente condiviso da tutte le nazioni europee”.

Secondo loro, poiché i paesi europei sono interconnessi, è giusto dire che, in una certa misura, l’Italia condivide i suoi confini statali con la Repubblica ceca. Pertanto, la questione della migrazione non può essere vista solo come una questione interna all’Italia.

“Per questo motivo, osiamo esprimere le nostre gravi preoccupazioni per la decisione delle autorità italiane di perseguire Matteo Salvini. Crediamo che chiunque cerchi di proteggere le frontiere europee dall’arrivo di persone, che sulla base di tutte le esperienze precedenti, non intenda accettare costumi e culture europee, non debba essere perseguito o addirittura punito, ma apprezzato. E siamo convinti che nel caso del Ministro degli Interni, un tale sforzo è anche un suo dovere”, hanno proseguito gli autori della lettera.

La lettera avverte anche che perseguire Salvini “influenzerà la sicurezza non solo in Italia, ma anche nella Repubblica Ceca e in altri paesi europei. Rafforzerà la motivazione di tutti coloro che vogliono forzare il loro ingresso in Europa in qualsiasi modo e, allo stesso tempo, indebolirà la capacità dei politici di prendere decisioni che possano prevenirla”.

In conclusione, i parlamentari hanno chiesto al Presidente del Senato di utilizzare tutti i mezzi disponibili per impedire il perseguimento di Matteo Salvini.

“Siamo ben consapevoli del fatto che un tale passo o passi attualmente richiedono non solo capacità politiche e influenza, ma soprattutto coraggio personale e politico”, si legge nella lettera alla fine.

Immagine del titolo: Matteo Salvini con Tomio Okamura durante la sua visita a Praga (Facebook)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento