Migranti / Politica / World News

Due migranti illegali arrestati per aver accoltellato a morte un 20enne a Lione, ma i media francesi tacciono sul loro background straniero

Due migranti illegali arrestati per aver accoltellato a morte un 20enne a Lione, ma i media francesi tacciono sul loro background straniero

Due migranti illegali sono stati arrestati con l’accusa di aver accoltellato a morte un uomo di vent’anni nella stazione della metropolitana Stade de Gerland, lo ha riferito il quotidiano francese Le Progrès online, ma i più grandi organi di informazione televisivi hanno taciuto sul loro background straniero.

La tragedia si è verificata domenica, 15 minuti dopo la mezzanotte, alla stazione della metropolitana Stade de Gerland, nel 7o arrondissement di Lione.

Il giovane ventenne è stato aggredito da due persone che lo hanno pugnalato al petto e lo hanno colpito con bottiglie rotte. Nonostante due testimoni dell’incidente abbiano cercato di rianimarlo sul posto, la vittima è morta.

Gli agenti di polizia hanno poi arrestato i due assalitori ubriachi vicino alla scena del crimine. Sono entrambi stranieri, uno ha 30 anni, e l’altro ha vent’anni. Erano in possesso di un coltello macchiato di sangue con una lama parzialmente rotta. Una parte della lama è stata trovata nel corpo della vittima.

A seguito di notizie televisive sulla morta, un utente su Twitter ha scritto: “A Lione, un giovane di 20 anni è stato accoltellato a morte nella metropolitana. La polizia ha arrestato i 2 aggressori ma “curiosamente” alcune informazioni non sono fornite. Dovremmo evitare di dire ai francesi che questo giovane è stato ucciso da immigrati clandestini?”

Lo stesso utente ha indicato su un’altro notiziario televisivo di Francia 3, anch’esso ha taciuto lo sfondo straniero degli aggressori:

“France 3 parla dell’omicidio nella metropolitana di Lione:

  • L’età della vittima
  • Le armi usate
  • Testimoni

L’età e lo stato intossicato degli aggressori
“‘Sorprendentemente’, mancano informazioni importanti…
Gli uomini sono migranti!”

Le autorità hanno già aperto un’indagine per omicidio intenzionale. La Direzione dipartimentale per la Pubblica Sicurezza (DDSP) si occuperà del caso.

Fanny Dubot, il sindaco del 7o arrondissement di Lione, ha dichiarato su Twitter di essere “sconvolto”.

“Questa violenza è inaccettabile, confido che la polizia faccia luce su questa tragedia”, ha scritto.

Anche l’ex candidato di destra a sindaco di Lione, etienne Blanc, ha reagito all’incidente, criticando la situazione della sicurezza in città.

“Ci diranno ancora una volta che non c’è nessun problema di sicurezza a Lione e che non c’è carenza di personale di polizia”, ha scritto su Twitter.

Stazione della metropolitana Stade de Gerland nel 7o arrondissement di Lione.

Lione è stata recentemente teatro della recente morte della 23enne Axelle Dorier, uccisa in un incidente che ha coinvolto due migranti. È stata trascinata per quasi 800 metri caisando la sua morte in un caso che ha scioccato la nazione francese.

Nel mese di maggio, 12 “giovani” hanno creato un elaborato agguato per un agentedi polizia, picchiandolo brutalmente così tanto e violentemente che è stato ricoverato nel reparto intensivo di rianimazione dell’ospedale per otto giorni, ha perso i denti, ha subito un trauma cranico e gravi lacerazioni.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento