World News

È ufficiale. È un “valore” palestinese uccidere gli israeliani nel loro cammino verso la preghiera

È ufficiale. È un “valore” palestinese uccidere gli israeliani nel loro cammino verso la preghiera

Abbas Zaki, membro del comitato centrale di Fatah:

Quando i bambini della Palestina sentivano qualche tempo fa che la dirigenza [dell’AP] non sapeva cosa fare … Muhannad Halabi uscì con un coltello … Riuscì a infiltrarsi a Gerusalemme e uccise un rabbino [Neemia Lavi]
… Quando ha incontrato … un bambino piccolo – una donna e suo figlio – non li ha uccisi (sic. Li ha pugnalati e ferito entrambi).
Questo proviene da Allah l’Onnipotente. Perché non uccidiamo le person. Ci sono valori, costumi “.

 

Muhannad Halabi – il terrorista palestinese di 19 anni che ha ucciso 2 israeliani, il rabbino Nehemiah Lavi e Aharon Bennett, – contrariamente a quanto afferma Abbas Zaki in questo discorso – ha ferito la moglie di Bennett, Adele, e il loro figlio di 2 anni accoltellandoli nella Città Vecchia di Gerusalemme il 3 ottobre 2015.

Le forze di sicurezza israeliane lo fermarono uccidendolo . Prima del suo attacco, il terrorista ha postato su Facebook che era iniziata una “terza Intifada“.

Post pubblicato su Facebook:

Le parole del fratello combattente Fatah, membro del Comitato centrale del movimento Abbas Zaki, in occasione dell’apertura della quarta conferenza di Fatah nel sub-distretto di Salfit, la lealtà alla conferenza dei martiri

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento