Islam / World News

Egitto: Le influencer dei social media femminili condannate a 2 anni di carcere e a 19.000 USD di multa per i video TikTok “indecenti”

Egitto: Le influencer dei social media femminili condannate a 2 anni di carcere e a 19.000 USD di multa per i video TikTok “indecenti”

A parte una condanna di 2 anni, un tribunale egiziano ha imposto una multa di 300.000 sterline egiziane, quasi 19.000 dollari ad alcune donne, per “violazione dei valori e dei principi della famiglia egiziana, per promuovere la tratta di esseri umani e incitare alla dissolutezza”.

Una corte egiziana ha condannato diverse giovani donne a due anni di carcere e a una pesante multa per aver pubblicato video di danza “indecenti” su TikTok.

Secondo i rapporti, due donne – Haneen Hossam e Mawada el-Adham, che hanno circa vent’anni, sono state accusate dal tribunale egiziano per i loro post sui social media. Le due donne, che sono estremamente popolari su TikTok, hanno accumulato milioni di seguaci per i loro frammenti di video.

Chi è Haneen Hossam?

Haneen Hossam, una studentessa ventenne dell’Università del Cairo, è ora accusata di “incoraggiare le giovani donne a incontrare uomini attraverso un’app video e a costruire amicizie con loro”, ricevendo una ricompensa in base al numero di follower che guardano queste chat”. Hossam ha circa 1,3 milioni di follower sulla popolare piattaforma di social media.

Le autorità egiziane hanno arrestato Hossam in aprile dopo aver pubblicato un video di TikTok in cui chiedeva alle ragazze di lavorare per lei e di essere pagate in cambio.

La corte ha imposto una multa di 300.000 sterline egiziane, quasi 19.000 dollari per “aver violato i valori e i principi della famiglia egiziana, promuovendo la tratta di esseri umani e incitando la dissolutezza”.

Mawada el-Adham: arrestata per aver pubblicato video di danza.

Un’altra donna influencer su TikTok e Instagram Mawada Al-Adham è stata nominata nella dichiarazione dell’accusa.

La 22enne influencer di Instagram ha almeno due milioni di follower. Al-Adham è anche accusata di aver pubblicato foto e video ‘indecenti’ sulle piattaforme di social media.

Le autorità egiziane hanno arrestato al-Adham a maggio dopo che ha pubblicato video satirici su TikTok e Instagram. Le ha imposta anche una multa di 300.000 sterline egiziane. Il suo avvocato Ahmed el-Bahkeri ha detto che faranno appello.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

مش شايفك انا هعملك زووم ??بوم بوم بوم ????

Un post condiviso da موده الادهم – Mawada Eladhm (@mawada_eladhm) in data:

Mawada el-Adham è stata arrestato per aver condiviso video di danza “indecenti”

Oltre ad Hossam e El-Adham anche altre tre donne sono state accusate di aiutare le due a gestire i loro account di social media.

A seguito della decisione del tribunale di accusare le ragazze, ci sono state numerose proteste paese. I critici hanno descritto la repressione delle star dei social media un assalto alla libera espressione.

Nel frattempo, una petizione online è stata lanciata su Change.org da un gruppo di donne che cercano di “fermare il targeting delle donne su TikTok” e ha chiesto l’immediato rilascio delle donne nominando altre ragazze che si trovanom nella stessa situazione di Hossam e al-Adham.

Menna Abdel-Aziz, Sherifa Refaat, conosciuta anche come Sherry Hanem, Nora Hesham, Manar Samy, Hadeer Hady e Bassant Mohamed, sono altre ragazze che sono state arrestate dalle autorità egiziane negli ultimi mesi per i loro post sui social media.
La petizione chiede la liberazione di tutte e nove le donne detenute. I rapporti dicono che le donne sono state dipinte dall’accusa come parte di una rete di prostituzione.

Diverse organizzazioni hanno criticato i crescenti casi di negazione della libertà delle donne e l’eccessiva polizia morale da parte delle autorità della nazione islamica.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento