Migranti

Ennesimo incendio doloso nel campo profughi sull’isola greca di Samos

Ennesimo incendio doloso nel campo profughi sull’isola greca di Samos

Un altro incendio doloso è stato appicato in un campo profughi sull’isola greca di Samos.

Circa quindici tende sono state distrutte nell’incendio, secondo un comunicato del Ministero greco delle migrazioni e dell’asilo.

Le autorità non sanno cosa abbia causato l’incendio, scoppiato al Centro Sanitario di Samos nelle prime ore di lunedì mattina.

I residenti hanno immediatamente evacuato le tende, mentre una ventina di vigili del fuoco hanno messo sotto controllo l’incidente in poche ore.

Non ci sono state segnalazioni di feriti. Si stima che circa 4.200 persone siano ospitate nel campo profughi di Samos.

Il segretario generale per l’accoglienza dei richiedenti asilo, Manos Logothetis, si è recato sulla scena.

Nel mese di settembre due attacchi incendiari hanno colpito il campo di Samos, mentre un incendio ha travolto anche il campo profughi notoriamente sovraffollato della Grecia sull’isola di Lesbo.

Nel frattempo, venerdì, un terremoto di magnitudo 6.6 nel Mar Egeo ha inondato Samos in un mini “tsunami”.

Il Dipartimento Speciale per i Disastri Medici della Grecia (ETIK) ha confermato che due bambini sono morti dopo che un muro in costruzione è crollato nella città di Vathi.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento