Islam / Politica / World News

Erdogan vuole trasformare un’altra chiesa di Istanbul in moschea

Erdogan vuole trasformare un’altra chiesa di Istanbul in moschea

Ora che la Turchia ha trasformato Hagia Sophia a Istanbul in una moschea, sta crescendo la preoccupazione che lo stesso destino attende un’altra chiesa ortodossa con alcuni dei più bei mosaici e affreschi del mondo cristiano.

L’interno del Santo Salvatore in Chora, una chiesa bizantina medievale nella parte occidentale di Istanbul che ora è un museo, è coperto da scene bibliche e ritratti di Gesù e dei santi risalenti al XIV secolo.

I turchi ottomani trasformarono Chora in una moschea mezzo secolo dopo la loro conquista di Costantinopoli nel 1453, nascondendo le sue ricche opere d’arte sotto uno strato di intonaco perché l’Islam vieta le immagini iconiche.

Dopo la seconda guerra mondiale, l’allora laica Turchia la trasformò nel Kariye Museum e permise agli esperti americani di riportarla alla sua vecchia gloria. I mosaici e gli affreschi unici sono in mostra dal 1958.

Il Consiglio di Stato della Turchia, dove il Presidente Recep Tayyip Erdogan ora promuove una rinascita islamica, lo scorso novembre ha deciso che dovrebbe essere trasformata in una moschea, ma la decisione finale non è ancora stata presa.

“I turchi sembrano sostenere la trasformazione di un’altra chiesa bizantina di Costantinopoli in una moschea”, ha scritto P. Jivko Panev, storico della chiesa presso l’Istituto di teologia ortodossa Saint Sergius di Parigi, dove il Santo Salvatore a Chora è registrato come patrimonio Unesco.

Giannis Theocharis dell’Associazione Degli Archeologi Greci ha detto: “è molto probabile che il monumento sarà commutato dal servizio archeologico alla direzione generale degli stabilimenti religiosi.” per poi essere trasformata in una moschea.

Prima di convertire hagia Sophia di Istanbul, lo storico francese Fabrice Monnier ha osservato che la Turchia aveva già trasformato due chiese-musei in moschee negli ultimi anni, gli edifici artisticamente meno importantio di Hagia Sophia a Iznik, si trovano a Nicaea, e Trabzon.

Santo Salvatore in Chora è diverso, ha detto Le Figaro. “I suoi bellissimi mosaici e affreschi coprono quasi tutte le pareti e le cupole della chiesa. Sarebbe difficile immaginare che venga trasformata in una moschea senza coprirli completamente.”

Hagia Sophia, che era la cattedrale di Costantinopoli prima di essere trasformata in moschea dagli Ottomani, è stata dichiarata museo nel 1935 e poi trasformata di nuovo in una moschea il mese scorso.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento