Islam

Éric Zemmour: L’immigrazione illegale è un crimine contro i popoli europei e finirà con uno spargimento di sangue

Éric Zemmour: L’immigrazione illegale è un crimine contro i popoli europei e finirà con uno spargimento di sangue

La migrazione illegale di massa verso l’Europa costituisce una sostituzione della popolazione e finirà con uno spargimento di sangue, ha avvertito il filosofo e saggista francese Éric Zemmour.

“L’immigrazione cambia la composizione di un popolo. È un crimine contro i popoli europei, finirà con uno spargimento di sangue”, ha detto .

Egli ritiene che, al contrario di quanto affermano i leader dell’Unione europea, tra cui la presidente della Commissione Ursula von der Leyen, la soluzione alla crisi migratoria del continente possa arrivare solo a livello nazionale.

“Penso in modo molto opposto. La soluzione è solo nazionale, semplicemente per un motivo. Cos’è l’immigrazione? Si tratta di un’influenza sulla composizione di una popolazione e quindi sulla composizione di un popolo, il che la rende una decisione fondamentalmente nazionale”, ha detto . “Sta alla nazione che vuole accogliere, chi vuole avere tra loro e chi non vuole in mezzo a loro.”

Ha parlato del nuovo patto di immigrazione della Commissione europea, che Ungheria, Polonia e Repubblica ceca hanno già respinto.

Il presidente ha affermato che né von der Leyen né altri leader dell’Unione europea possono dettare termini in nome di una “solidarietà europea” inesistente, è una finzione quanto una “nazione europea” inesistente e ha chiesto alla Francia di indire un referendum sul tema dell’immigrazione.

“Sono a favore di un referendum [sull’immigrazione], che non abbiamo avuto negli ultimi 40 anni, in modo che il popolo francese possa esprimere ciò che vuole veramente”, ha detto, aggiungendo che invece di essere la soluzione che pensa di essere, l’Europa stessa è il problema.

“L’Europa ritiene che sia la soluzione quando in realtà è il problema o almeno una parte del problema”, ha detto , affermando che il viaggio gratuito istituito in base alle regole di Schengen, invece di essere conveniente per i cittadini dell’UE, ha effettivamente tolto il controllo delle frontiere alle sue nazioni.

In secondo luogo, ha affermato, è il problema dei tribunali europei che sono fondamentalmente a favore dell’immigrazione, citando i diritti umani e familiari

“Giurisprudenza europea (…) impedisce agli Stati di decidere o vietare l’ingresso di molti migranti”, ha detto , sottolineando che l’idea centrale dell’UE era filosoficamente imperfetta.

“Che cosa simboleggia veramente l’Unione europea? Simboleggia l’uomo senza radici, che è da qualche parte nel vento, un cittadino globale”, ha detto.

Giovedì, dopo che i leader del gruppo Visegràd hanno discusso la proposta della Commissione, il primo ministro Viktor Orbàn ha detto in una conferenza stampa che “la migrazione deve essere fermata al di fuori dei confini dell’Europa”.

Eric Emmour è l’autore de “Il suicidio francese” ed è noto per la sua forte opposizione contro la continua immigrazione in Francia. In una precedente intervista, ha paragonato l’immigrazione nel suo paese a uno “tsunami demografico” e ha detto di credere che le attuali politiche di immigrazione e integrazione siano fallite. Ha lavorato per il canale francese RTL dal 2010 al 2019.

La Francia ha subito cambiamenti demografici estremi negli ultimi decenni oltre il 20 per cento dei nomi di tutti i neonati sono arabo-musulmani.

Didascalia immagine: Eric Emmour parla sul canale di notizie francese CNews.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento