Islam

Estremisti islamici uccidono adolescente siriano per i suoi messaggi “blasfemi” nel telefono

Estremisti islamici uccidono adolescente siriano per i suoi messaggi “blasfemi” nel telefono

Un adolescente è stato ucciso dalla milizia estremista islamica in Siria dopo essere stato riconosciuto colpevole di blasfemia.

Mohammed Tano, 19 anni, è stato arrestato da Hayat Tahrir al-Sham (HTS), il successore di al-Qaeda in Siria, nel mese di dicembre, quando è entrato nella provincia di Idlib, la roccaforte del gruppo.
Dalla Turchia. HTS ha detto di aver trovato messaggi “blasfemi” sul suo cellulare: un orribile crimine punibile con la morte sotto la sua rigorosa interpretazione della Sharia.
Gli attivisti locali e i parenti di Tano hanno affermato che il materiale ritrovato nel telefono era effettivamente critico nei confronti di Abu Mohammad al-Jolani,il leader della milizia.

La settimana scorsa alla famiglia del signor Tano è stato ordinato di ritirare il suo corpo dalla prigione centrale di Idlib dopo che l’HTS ha eseguito la condanna.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento