Migranti / World News

Famiglia britannica trova i migranti nascosti all’interno del bortapacchi dell’auto mentre è in viaggio attraverso la Francia (video)

Famiglia britannica trova i migranti nascosti all’interno del bortapacchi dell’auto mentre è in viaggio attraverso la Francia (video)

Una spiacevole sorpresa attendeva una famiglia britannica in viaggio in vacanza verso la costa francese vicino a Nantes dopo che due giovani sono saltati dal portapacchi posto sul tetto della loro auto durante una pausa fatta durante il lungo viaggio.

I migranti pensavano di essere nel Regno Unito, e si erano allontanati dal porto francese di Calais, dove si erano nascosti per la prima volta all’interno del portapacchi. Fonte: stazione radio francese France Bleue.

Nel momento in cui i due migranti, probabilmente provenienti dalla Guinea e dall’Eritrea, sono usciti dal “car box”, è stato filmato dalla figlia del conducente. Il video mostra i due migranti uscire dal car box, con l’autista arrabbiato e spaventato che gli grida contro..

“Che cosa state facendo?” uno dei membri della famiglia chiede ai migranti mentre si arrampicano.

“Haveteato qualcosa? Hai rubato qualcosa? Dov’è tutta la nostra roba? Si sente chiedere.

Non appena i due migranti hanno scoperto che non si trovano nel Regno Unito, si sono messi il cappuccio e hanno deciso di andarsene come se nulla fosse accaduto.

La polizia francese ha detto che i due migranti probabilmente sono scesi nel parcheggio quando la famiglia ha fatto una sosta a Calais dopo essere passati attraverso l’Eurotunnel. I migranti hanno visto la targa britannica e si sono infilitai nella car box, ignari del fatto che il veicolo si stava allontanando dal Regno Unito.

Per fare spazio, hanno anche buttato i beni della famiglia fuori dal car box, causando alla famiglia la perdita di alcuni dei loro averi proprio all’inizio della loro vacanza.

La polizia ha poi trattenuto i migranti e li ha trasferiti in un centro di accoglienza. La famiglia ha presentato una denuncia di furto contro i due migranti alla polizia francese.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento