Politica / World News

Fornitura di cibo nel Regno Unito a piena capacità grazie alla pianificazione Brexit “no deal”

Fornitura di cibo nel Regno Unito a piena capacità grazie alla pianificazione Brexit “no deal”

Un camionista britannico ha rivelato che la fornitura di cibo della Gran Bretagna è a pieno regime grazie alla pianificazione della Brexit e che i magazzini del governo sono “pieni di energia”.

Simon Paul Evans è andato su YouTube per rivelare che il governo ha acquistato tonnellate di spazio di magazzino per le forniture alimentari visto che i supermercati erano preoccupati per l’impatto della Brexit.

Nel 2018 – nel quadro della pianificazione di emergenza della Brexit, il governo ha fatto passi in segreto per accumulare alimenti in caso di collasso dei colloqui commerciali con ll’UE – per dimostrare a Bruxelles che “nessun accordo” non era un bluff.

L’ex primo ministro Theresa May ha ordinato “nessun accordo” pianificando di “intensificare” – e grazie alla sua lungimiranza la Gran Bretagna ha ora tonnellate di forniture durante la crisi del Coronavirus che ci faranno andare avanti per mesi.

Il governo britannico ha importato oltre 22 miliardi di sterline di alimenti e bevande nel caso di Brexit senza accordi e per dimostrare che la Gran Bretagna era pronta a farcela da sola.

Scorte simili sono state preparate anche per forniture mediche tra i timori del caos nei porti britannici in caso di Brexit senza accordo.

La Gran Bretagna ha abbastanza cibo e questa crisi non sarebbe potuta arrivare in un momento migliore: la Gran Bretagna è preparata e il Regno Unito si farà strada attraverso il blocco del Coronavirus nel comfort delle nostre case, guarderemo BBC iPlayer, Netflix con una fornitura illimitata di snack

Abbiamo anche UberEats for Maccies, Deliveroo per PizzaHut e Just Eat per un … italiano o cinese.

Il nostro governo non lascerebbe mai morire di fame il popolo britannico.Quindi puoi smettere gli acquisti dettati dal panico per fare scorte, abbiamo più cibo nei nostri magazzini di quanto l’UE abbia messo insieme.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento