Islam

Francia: Alunni arrestati dopo aver elogiato la Sharia e minacciato l’insegnante

Francia: Alunni arrestati dopo aver elogiato la Sharia e minacciato l’insegnante

La polizia ha preso in custodia sette alunni di una scuola del comune di Muret dopo che hanno minacciato un insegnante di educazione civica delle scuole superiori e lodato la legge islamica della sharia.

L’incidente è avvenuto appena una settimana prima dell’omicidio dell’insegnante francese Samuel Paty, decapitato in strada da un rifugiato ceceno estremista islamico radicale dopo aver mostrato le in classe le foto delle vignette di Mohammed pubblicate dalla rivista Charlie Hebdo.

L’insegnante della Pierre-Aragon High School stava insegnando una lezione simile sulla parità di trattamento di uomini e donne e ha menzionato i principi del secolarismo, e come si riferiscono all’uso del velo islamico in pubblico, riporta La Depeche .

“Non è stata quella conversazione a scatenare polemica, ma quando ha indicato che i cittadini hanno più diritti in Francia che in Arabia Saudita, due studenti hanno contestato e hanno sostenuto che la legge della sharia era migliore della legge francese”.

L’insegnante ha dichiarato che dopo la lezione, una ragazza di 16 anni l’ha avvicinata e insultata, seguita da due ragazzi che hanno avuto uno “scambio d’idee burrascoso” con l’insegnante.

Dopo che l’insegnante ha presentato una denuncia ai Gendarmi locali, sette persone, tutti minorenni, sono stati arrestati. Un giudice per i bambini ha incriminato uno dei minori all’inizio di questa settimana.

Dopo il brutale assassinio terroristico di Samual Paty la scorsa settimana, gli insegnanti francesi si sono fatti avanti sull’ascesa delle idee islamiste nelle loro aule.

L’insegnante di scuola superiore Jean-Baptiste Jorda, che lavora nei sobborghi no-go di Parigi, ha detto che quando ha mostrato agli alunni filmati di pakistani che bruciavano bandiere francesi in risposta alla ripubblicazione delle vignette di Maometto, gli alunni hanno applaudito.

“Pensavo che li avrebbe fatti pensare, ma la maggior parte degli alunni si è alzato e ha applaudìto”, ha detto.

Gli insegnanti in Svezia hanno anche espresso preoccupazioni sul fatto che tali attacchi potrebbero accadere anche nel loro paese.

“Purtroppo, penso che questo sia qualcosa che dobbiamo vedere come un rischio reale anche nelle scuole svedesi. Gli attacchi potrebbero provenire da estremisti islamici o di sinistra, ma dobbiamo essere preparati affinché ciò accada. Non si tratta di sapere se, ma quando”, ha detto l’insegnante svedese Olof Linton.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento