Migranti / World News

Francia: Esercito schierato a Digione per sedare la violenza etnica tra ceceni e arabi (video)

Francia: Esercito schierato a Digione per sedare la violenza etnica tra ceceni e arabi (video)

I rinforzi militari e di polizia sono stati dispiegati nella città di Digione dopo che sono scoppiate violenze etniche tra le bande cecene e gli spacciatori nordafricani.

Venerdì, centinaia di ceceni – armati con armi automatiche, grandi coltelli e altre armi letali – sono arrivati nella città di Digione con l’intenzione di vendicarsi di un gruppo di spacciatori arabi che presumibilmente hanno mandato un ragazzo ceceno sedicenne all’ospedale dopo averlo picchiato gravemente.

Secondo un rapporto dell’outlet France Bleu, i ceceni di tutto il paese hanno attaccato un bar di narghilè chiamato “la Perla Nera”, dove si pensa che i nordafricani abbiano picchiato il giovane ceceno. Lo scontro ha causato dieci feriti, alcuni dei quali in modo grave.

Tuttavia, la violenza etnica non è finita qui. Sabato sera, un uomo è stato colpito come colpi di arma da fuoco automatica attraverso i corridoi degli appartamenti nel quartiere di Grésilles. L’uomo è stato trasportato all’ospedale locale in gravi condizioni.

Secondo i residenti di Digione, i combattimenti tra gruppi etnici rivali durante il fine settimana sono stati “estremamente violenti”. Un residente ha anche detto ai media francesi che ha visto un uomo colpito sulla testa con un’ascia.

Lunedì, un agente di polizia di Digione ha detto: “I disordini sono andate avanti nelle ultime tre notti”, aggiungendo che “le bande cecene legate al traffico di droga e altre attività criminali si sono mobilitate per prendere parte a battaglie con altre bande”.

“Armi tra cui kalashnikov, asce e mazze da baseball vengono trasportate apertamente per strada, e vengono sparati colpi di arma da fuoco. La gente è terrorizzata.”

Sono emersi filmati della violenza estrema sui social media.

Marine Le Pen, leader del partito francese di rally nazionale, ha postato su Twitter per esprimere la sua indignazione

“Il nostro paese sprofonda nel caos! Cosa fa il ministro dell’Interno Christophe Castaner? Le bande stanno conducendo una guerra etnica, armi automatiche in mano.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento