Islam / World News

Francia: Generazione identitaire marcia a Parigi contro l’islamizzazione

Francia: Generazione identitaire marcia a Parigi contro l’islamizzazione

Centinaia di membri del movimento patriottico Generation Identitaire riuniti nelle strade di Parigi questo fine settimana contro l’islamizzazione del loro paese.

La dimostrazione avviene circa una settimana dopo la “marcia contro l’islamofobia” organizzato dagli attivisti di sinistra e dai politici globalisti anti-francesi per protestare contro ciò che essi percepiscono erroneamente “una aumento crescente del sentimento anti-islamico“.

Secondo gli organizzatori di Generazione Identitaire, ben 800 persone erano presenti alla marcia dove i manifestanti sventolavano la bandiera francese e le foto dei terroristi responsabili degli attacchi a Charlie Hebdo. Fonte: Le Point

Clemente Gandelin, presidente di Génération Identitaire e uno degli organizzatori della marcia, ha detto ai giornalisti: “Questa manifestazione, è stata organizzata in risposta all’attacco che ha avuto luogo presso la sede della polizia a Parigi [perpetrata ai primi di ottobre da un agente sospettato di radicalizzazione] oggi ci rendiamo conto che viviamo in una società in cui folle islamisti riescono a infiltrarsi nelle nostre istituzioni più importanti.

Anaïs Ligner, portavoce per la generazione Identitaire, all’inizio della marcia ha detto:
Se siamo presenti oggi, è per rappresentare il popolo di Francia, quelli veri, quelli che in realtà vivono qui insieme da sempre, non la comunità ‘make-shift’ che si vuole imporre su di noi”.

Che i musulmani, le associazioni musulmane, i Fratelli Musulmani, i salafiti, vogliono imporre i loro costumi, le loro leggi, le loro credenze, i loro costumi a casa nostra è un problema, e non deve essere accettato”, ha detto Jean-Yves Le Gallou, ex dirigente del Fronte nazionale e presidente della fondazione dell’identità Polemia.

Patrick, un 67enne in pensione insegnante di inglese ha detto: “Amiamo il nostro paese e siamo preoccupati per il suo futuro, dobbiamo mobilitarci contro l’islamismo. Nelle mense, i nostri bambini mangiano halal, le nostre donne vengono picchiate, con la complicità della politica.”

All’inizio di settembre Clément Gandelin e altri due membri della Generazione Identitaire sono stati condannati a sei mesi di carcere per organizzazione e realizzazione di una spedizione di pace nelle Alpi per focalizzare l’attenzione sulla crisi migratoria .

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento