Politica / World News

Francia: giudice anti-terrorismo sollecita il governo per rimpatriare jihadisti

Francia: giudice anti-terrorismo sollecita il governo per rimpatriare jihadisti

Un importante giudice anti-terrorismo di Parigi ha chiesto al governo francese di rimpatriare i jihadisti francesi detenuti nelle carceri siriane, avvertendo di un significativo ‘rischio per la sicurezza pubblica’ se non riescono a farlo.’

Il Giudice David De Pas, capo dell’unità anti-terrorismo del tribunale di Parigi, nel corso di un discorso sui jihadisti francesi, ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di della volontà politica per il loro rimpatrio”. Fonte: FranceInfo .

Le parole del giudice seguono l’incursione militare della Turchia a nord della Siria, che ha portato alla fuga di jihadisti e combattenti dello stato islamico che in precedenza erano detenuti nelle carceri nella regione autonoma di Rojava.

Secondo le autorità curde, circa 800 donne e bambini di jihadisti stranieri sono scappati dal campo profughi di Ain Issa. le forze curde hanno anche riferito di cinque jihadisti ISIS fuggiti da una prigione nei pressi della città nord-orientale di Oamichli.

L’instabilità geopolitica della regione e la porosità di ciò che resta dei campi curdi crea due cose da temere.”, Ha detto De Pas.

Da un lato, le migrazioni incontrollate dei jihadisti in Europa con il rischio di attacchi da parte di persone altamente ideologizzata e dall’altra parte la ricostituzione di gruppi terroristici particolarmente induriti e combattenti risoluti nella regione,”.

La Francia ha attualmente circa 200 cittadini adulti detenuti nei campi di prigionia controllati dai curdi. Finora, il governo si è rifiutato di farli tornare in Francia dove sarebbero poi processati per i loro crimini.

Per il giudice David De Pas, l’opzione migliore sarebbe quella di rimpatriarli in Francia direttamente. “come possiamo proteggere noi stessi, se non li abbiamo qui? Il metodo migliore è quello di giudicarli e di controllarli “, ha detto.

Nel caso le autorità irachene o curde rifiutassero di trasferirli in Francia non saremo in grado di monitorarli ne saremo in gradi di sapere se e quando vengono rilasciati dai centri di detenzione“.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha criticato i leader europei per la loro riluttanza a rimpatriare i propri cittadini che hanno aderito alle organizzazioni terroristiche in Medio Oriente, e che sono stati in seguito arrestati dai combattenti curdi e arabi sostenuti dagli Stati Uniti.

Abbiamo migliaia di jihadisti da far tornare in Europa. Se i paesi europei non li rimpatriano, probabilmente sarà necessario liberarli “, ha detto Trump ai media statunitensi nel mese di agosto.

Più di 10.000 jihadisti sono attualmente sotto la custodia delle forze democratiche siriane, 2.000 dei quali sono costituiti da stranieri provenienti da 50 diversi paesi, tra cui la Francia.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento