World News

Francia: i richiedenti asilo lamentano che le carte di debito rilasciata dallo stato non consentono prelievi di contanti

Francia: i richiedenti asilo lamentano che le carte di debito rilasciata dallo stato non consentono prelievi di contanti

I migranti Welfare-dipendenti che vivono in Francia si sono lamentati che le nuove carte bancarie date dal governo francese non permettono di prelevare i contanti.

La scheda ADA, come è stata chiamata, è stata attivata il 5 novembre e dà ai beneficiari migranti 190 euro al mese per ogni singola persona e fino a 660 euro per una famiglia di sei. Fonte: Infomigrants .

Poichè la carta non permette il prelievo di contanti,, molti migranti si sono lamentati che hanno affrontato delle difficoltà nella loro vita perché la maggior parte dei negozi non permette acquisti minimi con la carta di debito.

Dalaise, 25 anni migrante del Mali in Naintré ha lamentato che è più economico e più facile comprare cibo nei mercati locali con denaro contante. “Con questa carta, dobbiamo andare ai supermercati dove la merce costa di più”, ha detto Dalaise.

Bilal, un afghano richiedente asilo che vive a Rennes, si è lamentato:
Non riesco a comprare una baguette per un euro, perché il pagamento minimo accettato con la carta è spesso di cinque euro”.

Dopo aver affrontato parecchie critiche, il governo francese ha annunciato che un dispositivo “cashback” sarà presto reso disponibile nei supermercati.

Il governo ungherese si è più volte espresso contro le carte “free cash” date ai migranti , sostenendo che le carte contribuiscono a potenziare il traffico di esseri umani e a rendere gli europei meno sicuri.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento