World News

Francia: I vigili del fuoco si scontrano violentemente con la polizia durante le proteste di Parigi

Francia: I vigili del fuoco si scontrano violentemente con la polizia durante le proteste di Parigi

Martedì una protesta che ha visto migliaia di vigili del fuoco francesi per le strade di Parigi si è conclusa con violenti scontri tra i vigili del fuoco e la polizia, con la polizia antisommossa che usava i manganelli, gas lacrimogeni e cannoni ad acqua sui manifestanti.

I vigili del fuoco provenienti da tutto il paese hanno manifestato per chiedere migliori condizioni di lavoro, un maggiore rispetto per la loro professione, e le garanzie delle loro prestazioni pensionistiche.

Gli scontri sono scoppiati dopo che i vigili del fuoco hanno tentato di bloccare il traffico in vari punti in tutta la città, tra le quali la National Assembly e la tangenziale Périphérique.

Anche se le proteste hanno avuto luogo ormai da mesi, questa è la prima volta che la violenza è scoppiata. Tre agenti di polizia sono stati feriti durante gli scontri.

Attacco della polizia francese che colpisce i vigili del fuoco in lotta per migliori posti di lavoro e condizioni #pompiers #PompiersEnColere pic.twitter.com/g1XR3wI2RH

– Jorge Martin (@marxistJorge) 17 ottobre 2019

I sindacati dei vigili del fuoco hanno condannato una “mancanza di dialogo sociale” e “mancanza di risposte” agli incontri avuti il 14 marzo con Castaner, Associazione francese di Mayers, ed altre associazioni professionali.

Non v’è alcuna rabbia il problema è che non siamo ascoltati. È per questo che le persone sono sempre più arrabbiate e stanno cominciando a diventare violente”, ha detto Eric Brezault, un vigile del fuoco di Aubagne nel sud della Francia.

Tra le richieste dei sindacati vi sono il riconoscimento dei vigili del fuoco allo stesso livello di altre professioni pericolose, come gli agenti di polizia che ricevono un ‘bonus rischio‘, e il ritiro delle riforme della pubblica amministrazione.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento